Bialetti Mukka Express – Recensione

Ultimo aggiornamento: 03.12.22

 

Principale vantaggio

Una moka unica nel suo genere grazie alla sua versatilità. Come vuole l’innovazione Bialetti, questa caffetteria è la prima che consente di preparare un buon espresso, un cappuccino da bar o un caffellatte. Realizzata in alluminio, come vuole la tradizione, ha una capienza di due tazze.

 

Principale svantaggio

Il suo unico punto debole è la non compatibilità con gli innovativi piani a induzione, quindi attenzione se a casa usate questo metodo di cottura, perché avrete bisogno di dischi adattatori ideati appositamente.

 

Verdetto: 9/10

Se amate il cappuccino e desiderate prepararlo a casa in poche semplici mosse, questa moka multifunzionale è la scelta ideale per le vostre esigenze.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

DESCRIZIONE CARATTERISTICHE PRINCIPALI 

 

Una caffettiera multifunzionale

Una buona moka realizzata dal famoso brand Alessi, che nel 1933 ideò la prima caffetteria per realizzare un espresso gustoso e ricco di aroma. Nel tempo, il marchio Made in Italy ha sviluppato strumenti da cucina in grado di riprendere alle nuove esigenze dei consumatori, e il modello Mukka Express è un ottimo esempio delle capacità costruttive di Bialetti.

Se non riuscite a rinunciare a un ottimo cappuccino o caffellatte homemade, questa moka è la soluzione ideale per le vostre esigenze. Il design è simpatico grazie alla presenza di macchie che ricordano proprio la mucca, che ha dato il nome a questa bella caffetteria.

Non ci sono più le otto facce che caratterizzano il design ottagonale del prodotto, simbolo del design Bialetti, ma la forma diventa più morbida, grazie all’assenza di spigoli che le donano una certa rotondità.

La struttura è realizzata in alluminio, proprio come vuole la tradizione, e per questa ragione la moka non può essere utilizzata sui più moderni piani a induzione. Detto ciò, è però compatibile con i classici fornelli a gas, i piani elettrici e quelli in vetroceramica. 

Cappuccino e caffellatte ad hoc 

Come anticipato nel paragrafo qui sopra, la moka è realizzata in alluminio, e anche per questo modello non mancano manico e pomolo in resina termoplastica, per evitare spiacevoli scottature durante l’utilizzo. Non manca neppure la valvola di sicurezza brevettata, presente in tutti i modelli del brand, che può essere ispezionata e pulita facilmente in caso di necessità.

La particolarità di questa moka, e da qui possiamo intuire il motivo del suo costo sopra la media, consiste nella possibilità di realizzare cappuccini e caffellatte a prova di macchine per il caffè da bar. Importante seguire le istruzioni riportate dal produttore, in modo tale da eseguire un lavoro ad hoc e gustare al meglio la propria bevanda preferita. 

Iniziamo dal cappuccino: per prepararlo al meglio è necessario riempire la caldaia fino al livello uno, aiutandovi con il misurino in dotazione. Ora procedete inserendo la polvere di caffè all’interno del filtro e chiudete la moka. All’interno del raccoglitore inserite il latte, facendo sempre attenzione alla giusta quantità. Infine serve la componente per il cappuccino: premete verso il basso.

A questo punto potete mettere la vostra caffettiera sul fuoco, e in pochi minuti gustare la vostra bevanda preferita. Il procedimento è lo stesso per realizzare un buon caffellatte, con la differenza che il coperchio del raccoglitore deve rimanere aperto durante la cottura sul fuoco.

 

Semplicemente espresso 

Questa caffetteria consente di realizzare circa due tazze di cappuccino, di caffellatte o di espresso: non dimenticate infatti che questo strumento è prima di tutto una moka vera e propria. Per realizzare un espresso, il procedimento è lo stesso di una caffetteria tradizionale.

Per garantire i migliori risultati è preferibile usare acqua minerale e non riempire la caldaia oltre la valvola di sicurezza, che ha anche il compito di segnalare la quantità di liquido massima da poter aggiungere. Un altro segreto è quello di non pressare mai il caffè, perché così facendo rischiate di modificare il suo aroma e il gusto. 

Fate inoltre attenzione a chiudere il raccoglitore con cura, in modo da evitare che la bevanda possa uscire da qualche fessura mentre sale. Appena sentite il gorgoglio tipico di questo strumento, spegnete subito la moka e non lasciate mai il caffè a bollire quando è pronto.

Infine, non deve essere lavata in lavastoviglie, ma a mano, senza utilizzare saponi aggressivi o spugne abrasive.

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

DEJA UN COMENTARIO

5 COMENTARIOS

Cristina

October 31, 2022 at 9:12 am

Pessimo prodotto: la prima versione risalente ormai a 15 anni fa era funzionale. Quella con la nuova valvola assolutamente no, anzi la valvola per ben due volte è esplosa durante il funzionamento schizzando latte e caffè ovunque. Bialetti dopo mesi di sollecito non mi ha ancora rimborsato il reso in garanzia.

Répondre
Rossana Pagano

July 17, 2022 at 8:55 am

Buon giorno, vorrei sapere gentilmente, se la valvola della macchinetta caffe’ Mukka, di tre tazze, si blocca automaticamente dopo la preparazione del cappuccino, non consentendo cosi’ l’apertura dopo qualche mezz’ora della macchinetta caffe’, per pulirla. Dico questo perche’, delle caldaie a vapore in mio possesso per la pulizia della casa, prima di aprirle, dopo aver svolto la loro funzione di pulizia, devono passare due ore . A me sta’ capitando sempre con la Mukka Exspress, costringendomi ogni volta a trovare soluzioni d’emergenza per aprirla. sinceramente mi sta’ passando la voglia del cappuccino!

Répondre
PManager

July 25, 2022 at 12:56 pm

Salve Rossana,

Per poter provvedere alla pulizia è necessario lasciare raffreddare completamente la caffettiera. Il processo può essere però velocizzato utilizzando il getto di acqua fredda del rubinetto, così da poter poi svitare la valvola e il raccoglitore della caldaia.

Saluti
Team CO

Répondre
Alessandro

August 24, 2020 at 10:07 pm

La mokka se non va la valvola che problemi ci sono ?

Répondre
PManager

August 26, 2020 at 7:41 pm

Salve Alessandro,

se ti riferisci alla valvola della Bialetti Mukka Express che si mette sulla colonnina del raccoglitore, se questa non funziona allora ti conviene non metterla e contattare il servizio assistenza Bialetti per vedere se è possibile acquistarne una di ricambio. La valvola superiore, infatti, serve ad aggiungere pressione al caffè che esce dalla colonnina, e quindi a fare in modo che il latte si monti producendo la schiuma.
Se invece ti riferisci alla valvola posta sulla caldaia, allora il discorso cambia radicalmente. Quella posta sulla caldaia, infatti, è la valvola di sicurezza che permette lo sfiato del vapore nel caso in cui il caffè nell’imbuto sia troppo e impedisca all’acqua di risalire nella colonnina del raccoglitore. Se la valvola di sicurezza non funziona a dovere, quindi, si può correre il serio rischio che la moka esploda a causa dell’elevata pressione del vapore all’interno della caldaia.

Saluti

Team CO

Répondre