I 5 Migliori Schiacciapatate del 2022

Ultimo aggiornamento: 26.09.22

 

Schiacciapatate – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni

 

Due schiacciapatate che dovresti assolutamente valutare tra i tanti sono: Sopito Schiacciapatate Acciaio Inox è un modello a mano molto versatile, infatti è in grado di ridurre in purè non soltanto le patate, ma anche frutta e verdure cotte. Il secondo è FLYINGSEA Schiacciapatate professionale in acciaio inox 18-10, un utensile dal design semplice e lineare. Realizzato in acciaio inox, ha un disco forato che è in grado di lavorare facilmente patate e altri cibi morbidi.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Guida all’acquisto – Come scegliere il miglior schiacciapatate?

 

Non c’è niente di più versatile e poliedrico delle patate in cucina: ingrediente dalle mille potenzialità che se sfruttate a pieno sono in grado di ravvivare la cena più smorta o un buffet organizzato in poco tempo.

Per scegliere il giusto utensile e lavorare le patate nel modo più appropriato basta prestare attenzione ad alcuni accorgimenti e non affidarsi solo al prezzo come criterio di preferenza. La guida che segue si propone di darti spunti utili per trovare lo schiacciapatate più adatto ai tuoi bisogni.

 

 

Come funziona

Per schiacciare le patate bisogna che siano ben cotte. Bollite o al forno, l’importante è che la cottura le renda tanto morbide da poter passare attraverso la maglia del colino che costituisce il cuore dello schiacciapatate. Non importa confrontare prezzi, tutti i modelli funzionano così: alcuni hanno funzioni accessorie, altri si limitano allo stretto indispensabile. Ma tutti lavorano su verdura morbida che può essere schiacciata e non tagliata. Nella classifica che segue ti proponiamo alcune tra le soluzioni che hanno trovato maggiori consensi tra gli acquirenti, ma il funzionamento di tutti gli accessori è molto simile.

La polpa non viene “maltrattata” tagliandola o frullandola ad alta velocità, ma solo spinta con una pressa verso le maglie che possono essere a grana più o meno fine per ottenere puree di diversa consistenza. Le patate non sono tutte uguali, quelle novelle non si comportano allo stesso modo assorbendo l’umidità della cottura rispetto alle patate più vecchie o grosse. Così anche il tipo di purè che si ottiene cambia in base a quanto grossa è la maglia che le comprime. I modelli di schiacciapatate che offrono accessori tra cui scegliere per trovare l’ottimo sono quelli più utili in cucina.

 

Acciaio, alluminio o plastica. Quale scegliere?

Nella recensione di ogni modello proposto sul mercato si fa menzione al tipo di materiale adoperato per realizzare lo schiacciapatate e quale nello specifico va a contatto con l’alimento.

Il classico modello dotato di pressa e di bicchiere contenitore, che ospita fino a due patate medie è realizzato in diversi materiali, sta a ognuno stabilire quale sia il preferito.

In generale, vorremmo ricordare in questa guida che l’acciaio inox è il materiale per eccellenza per lavorare a contatto con gli ingredienti in cucina. Non lascia residui e si può sterilizzare perfettamente dopo ogni uso. È il materiale per eccellenza adoperato nelle cucine che servono il pubblico, dalle mense ai ristoranti, e anche per gli accessori domestici se ne consiglia la preferenza.

Specie rispetto a materiali come plastica o alluminio che tendono a lasciare residui, il vantaggio offerto dall’indeformabile acciaio non lascia dubbi.

Cosa puoi farci di più?

La migliore marca offre la possibilità di giocare con i propri accessori in diversi modi, senza limitare gli ambiti d’uso e la fantasia in cucina. Più accessori compongono un set di un semplice schiacciapatate, maggiore è il potenziale cui si presta questo utensile.

Cambiare la maglia del setaccio attraverso cui far passare la polpa di patate o altre verdure e frutta consentirà di ottenere morbide vellutate di legumi, oppure succosi succhi di frutta dalla polpa morbida e matura.

Senza sporcare attrezzi più ingombranti o più difficili da lavare è possibile usare un solo accessorio per più funzioni.

 

I 5 Migliori Schiacciapatate – Classifica 2022

 

Incerto su quale schiacciapatate comprare sei approdato su questa pagina di suggerimenti per l’acquisto. I prodotti che trovi nella classifica che abbiamo stilato sono stati scelti tra i preferiti quest’anno dai consumatori, magari tra questi c’è il tuo prossimo schiacciapatate.

 

Schiacciapatate manuale

 

1. Sopito Schiacciapatate Acciaio Inox

 

Se siete alla ricerca del miglior schiacciapatate per preparare dei deliziosi purè o altre sfiziose ricette, date un’occhiata a questo nuovo modello marchiato Sopito. Si tratta di uno schiacciapatate manuale molto efficiente e facile da utilizzare.

L’utensile è realizzato in acciaio inox di alta qualità, resistente alla corrosione, alla deformazione e alle macchie. Con questo schiacciapatate potrete ottenere dei piatti cremosi in modo pratico e veloce. Lo strumento è molto versatile, in quanto oltre alle patate, riesce a ridurre in poltiglia anche frutta e verdure cotte.

Il design del modello è semplice e funzionale, infatti il doppio manico è progettato appositamente per consentire di imprimere facilmente la forza per schiacciare le patate. Tuttavia l’impugnatura potrebbe risultare un po’ scomoda, soprattutto per chi soffre di problemi di artrite alle mani.

È uno dei modelli più venduti del momento, di certo non è il più economico presente sul mercato, ma il prezzo è comunque accessibile a tutte le tasche.

 

Pro

Versatile: Il modello non schiaccia soltanto le patate ma può ridurre in poltiglia anche verdure cotte e frutta cotta.

Materiali: L’utensile è realizzato in acciaio inossidabile di alta qualità, resistente alle macchie, alla corrosione e alla deformazione.

Manico: Il manico è progettato appositamente per consentire di schiacciare le patate con facilità, senza imprimere una forza eccessiva.

 

Contro

Impugnatura: L’impugnatura del manico potrebbe risultare un po’ scomoda, specialmente per chi soffre di problemi di artrite alle mani.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Schiacciapatate acciaio inox

 

2. FLYINGSEA Schiacciapatate professionale in acciaio inox 18-10

 

Facendo una comparazione tra i migliori schiacciapatate del 2022, siamo rimasti piacevolmente colpiti da questo modello manuale prodotto da Flyingsea. Si tratta di uno schiacciapatate acciaio inox 18/10 di alta qualità, resistente alla corrosione e alla ruggine.

Perfetto non solo per le patate ma anche per schiacciare rape, carote, zucchine, banane, fagioli e altri cibi morbidi cotti. L’utensile può essere utilizzato anche per sbattere le uova o per mescolare la frutta morbida.

Il design del manico è ergonomico, al fine di agevolare la lavorazione degli alimenti. L’impugnatura è comoda e antiscivolo, così non rischierete di perdere la presa durante la schiacciatura delle patate. Lo strumento è semplice da pulire e può essere lavato a mano o in lavastoviglie. Inoltre il manico è dotato di un pratico occhiello, che vi consente di appendere l’utensile alla parete della cucina.

Secondo i pareri di molti utenti che hanno testato il prodotto, questo schiacciapatate è davvero efficiente, tuttavia potrebbe non essere apprezzato da chi non ama fare le cose a mano e preferisce utilizzare i modelli elettrici.

 

Pro

Design: Il design dell’utensile è progettato per schiacciare gli alimenti morbidi in modo pratico e senza sforzo.

Manico: L’impugnatura del manico è ergonomica e consente di avere un presa salda, così non correrete il rischio che l’utensile scivoli via dalle mani durante il suo utilizzo.

Occhiello: Il manico è dotato di un occhiello che permette di appendere l’utensile alla parete o a un gancio presente in cucina.

 

Contro

Non per tutti: Trattandosi di uno schiacciapatate manuale, potrebbe non essere molto apprezzato da chi preferisce utilizzare un modello elettrico.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Schiacciapatate professionale

 

3. Ballery Schiacciapatate in Acciaio Inox con 3 colini sostituibili Professionale

 

Se non sapete dove acquistare un buon schiacciapatate professionale, questo prodotto marchiato Ballery potrebbe soddisfare le vostre necessità. Tra i vari schiacciapatate venduti online, questo modello spicca per il buon rapporto qualità/prezzo.

L’utensile è realizzato in acciaio inossidabile 304, resistente alle macchie, alla ruggine, alla deformazione e alla corrosione. Oltre che per schiacciare le patate, lo strumento può essere utilizzato per ridurre in purè anche verdure cotte e frutta morbida. Inoltre può essere usato per preparare dei deliziosi succhi di frutta.  

Nel kit sono presenti ben tre dischi, ognuno dotato di fori di grandezza differente, per soddisfare ogni tipo di esigenza. Purtroppo i dischetti sono molto sottili e l’impressione che danno è quella di poca solidità. Il doppio manico è munito di rivestimento siliconico, per agevolare l’impugnatura e per avere una presa salda. Nel complesso il modello è versatile e funzionale e il prezzo con il quale si presenta sul mercato è abbastanza conveniente.

 

Pro

Dischi intercambiabili: Il modello è dotato di tre dischi intercambiabili con fori di misure differenti. In questo modo potrete ottenere tre consistenze diverse di purè.

Manici: I due manici dello schiacciapatate sono rivestiti in gomma siliconica, che offre una piacevole sensazione al tatto e un’impugnatura salda e sicura.

Pratico: Il design dell’utensile è progettato in modo da ridurre in poltiglia i cibi morbidi, senza fare molta fatica. Inoltre lo strumento è facile da pulire in ogni sua parte.

 

Contro

Dischetti: I dischetti sono realizzati in acciaio sottile e danno l’impressione di essere un po’ fragili. Uno spessore più consistente sarebbe stato più apprezzabile.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Schiacciapatate Amazon

 

4. Amazon Basics Schiacciapatate in nylon

 

Non sapete come scegliere un buon schiacciapatate senza spendere troppi soldi? Questo modello potrebbe fare al caso vostro. Si tratta dello schiacciapatate Amazon Basics, un utensile realizzato in fibra di nylon per alimenti, ideale per schiacciare patate, legumi e altri cibi cotti morbidi, senza correre il rischio di graffiare la pentola.

La base dello strumento è a forma di disco ed è dotata di fori tagliati al laser, che garantiscono una lavorazione semplice e dei risultati cremosi. Il manico è ergonomico e risulta soffice al tatto, inoltre offre un’impugnatura antiscivolo e un controllo ottimale dello strumento.

Lo schiacciapatate è resistente al calore e può essere lavato sia a mano, sia in lavastoviglie. Nel primo caso i fori risultano un po’ ostici da pulire, in quanto sono molto stretti. Nel complesso si tratta di un buon utensile, che può essere annoverato tra i modelli di schiacciapatate venduti a prezzi bassi.

 

Pro

Materiali: Lo schiacciapatate è realizzato in fibra di nylon per alimenti di ottima qualità, resistente al calore e antigraffio.

Impugnatura: Il manico risulta morbido al tatto e antiscivolo, così avrete modo di schiacciare le patate e altri cibi morbidi, mantenendo sempre il pieno controllo dell’utensile.

Prezzo: Il prodotto si presenta in commercio con un buon rapporto qualità/prezzo e con un costo basso e accessibile a tutte le tasche.

 

Contro

Manutenzione: I forellini del dischetto sono abbastanza piccoli, pertanto le operazioni di pulizia dello strumento potrebbero richiedere un po’ di tempo.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Schiacciapatate Barazzoni

 

5. Barazzoni Schiacciapatate, Acciaio Inox 18/10

 

Barazzoni è un marchio storico del made in Italy che fa dell’eccellenza culinaria italiana la vocazione principale. E anche nella realizzazione di uno schiacciapatate è possibile comprendere l’attenzione per i dettagli e la funzionalità che dedica ai propri prodotti.

L’acciaio con cui è realizzato è robusto e le parti sono assemblate in modo solido, pensando a garantire longevità all’accessorio. I tanti pareri positivi espressi dagli acquirenti confermano la possibilità di potere contare su uno strumento solido e versatile.

I forellini del filtro hanno un diametro di circa 3 millimetri, non sottilissimi ma con cui è possibile estrarre succhi dalla frutta matura oppure passare le verdure o i legumi cotti senza usare l’ingombrante passaverdure.

Lo schiacciapatate Barazzoni ha un design un po’ spartano e non è progettato specificamente per essere poggiato su una pentola o una ciotola, ma è facile da impugnare e si preme con facilità anche senza far leva sul bordo di un contenitore.

Se vuoi conoscere le caratteristiche principali di questo prodotto, leggi il sommario che segue, relativo ai suoi aspetti più importanti. Se pensi di aver trovato la proposta adatta alle tue esigenze, clicca sul link che trovi al termine dei pro e contro.

 

Pro

Qualità: Lo schiacciapatate è realizzato da un noto marchio italiano, una caratteristica che si nota grazie alla qualità dei materiali utilizzati per il suo assemblaggio. Acciaio solido e resistente, per prestazioni costanti e durature.

Versatile: Lo strumento è solido ed è dotato di un filtro che permette di estrarre la polpa da patate, carote e altri tuberi, frutta matura compresa.

Comodo: Un modello facile da impugnare e che non richiede alcuno sforzo particolare per schiacciare le patate a dovere.

 

Contro

Design: Nonostante si tratti di un prodotto made in Italy, il design appare essenziale e senza alcuna particolarità capace di catturare lo sguardo.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Come utilizzare uno schiacciapatate

 

Lo schiacciapatate, per chi ha un’esperienza amatoriale in cucina, può sembrare uno strumento banale, a volte anche inutile. Vi invitiamo tuttavia a ricredervi a riguardo dal momento che non esiste metodo più semplice e veloce per creare una purea di patate che non abbia grumi e sia non solo saporita ma anche bella a vedersi.

Si sa che, in cucina, come in tanti altri campi, l’occhio vuole la sua parte. Preparare una cenetta in modo sciatto può avere un impatto sull’umore dei partecipanti. Non lasciate quindi che uno dei vostri manicaretti venga sottovalutato per la sua presentazione e utilizzate gli strumenti appositi per creazioni culinarie di qualità.

 

 

Quale scegliere?

Sul mercato esistono diverse tipologie di schiacciapatate, utilizzabili con approcci diversi, tuttavia il funzionamento è sempre lo stesso: la patata va pressata con un apposito strumento e la polpa passerà in maglie più o meno grandi che vi permetteranno di ottenere una purea dalla consistenza diversa.

Vediamo però in dettaglio come usare le diverse tipologie di schiacciapatate.

 

Preparazione delle patate

Innanzitutto bisogna ammorbidire le patate e per fare ciò è necessario bollirle. Iniziate dunque a preparare un recipiente abbastanza capiente da contenerle tutte e riempitelo d’acqua. Posizionatelo sul fuoco e aspettate che l’acqua raggiunga il punto di ebollizione. Quando ciò avverrà potrete immergere le patate, avendo cura di non scottarvi. L’attesa varia in base al tipo di patate utilizzate, quindi vi consigliamo di non allontanarvi troppo e controllare il loro stato inserendo una forchetta all’interno. Se i denti affondano senza incontrare resistenza, allora le patate sono pronte e potete rimuoverle dalla pentola.

Il prossimo passo è sbucciarle. Nonostante la buccia sia morbida e di facile rimozione, sarebbe opportuno utilizzare dei guanti per evitare scottature.

Terminata questa fase, le patate sono pronte per essere schiacciate.

 

Modello con leva

Il modello di schiacciapatate con contenitore e leva è molto semplice da usare, basta inserire la patata nel piccolo cestello in acciaio o alluminio e richiuderlo con il coperchio agganciato alla leva. Ora non vi resta che premere la leva con la mano, avendo cura di posizionare un piatto o una ciotola sotto il cestello, dai fori infatti uscirà la polpa di patate.

Esistono anche altre versioni che permettono di scegliere la grata da cui passa la polpa, con maglie più o meno grandi per ottenere puree dalla diversa consistenza.

 

 

Modello in stile mortaio

Un’altra variante è rappresentata dallo schiacciapatate in stile mortaio. Il manico si trova nella parte superiore mentre quella inferiore ha una struttura d’acciaio con una griglia collegata. La patata va quindi pressata dall’alto mentre si trova all’interno di un recipiente. Questa tipologia di schiacciapatate è adatta a chi vuole ottenere una purea più grezza, caratterizzata da pezzi più grandi.

 

 

 

DEJA UN COMENTARIO

0 COMENTARIOS