Gli 8 Migliori Cavatappi del 2022

Ultimo aggiornamento: 26.09.22

 

Cavatappi – Guida, Opinioni e Confronti

 

Negli ultimi anni avrete notato come sia cresciuto l’interesse per il mondo della cucina e del vino. In particolare, quest’ultimo riveste un ruolo importante su ogni tavola che si rispetti, a prescindere dal fatto che sia bianco, rosso o rosato. Ma spesso e volentieri, vino, birra o altri prodotti del genere, sono venduti in bottiglie di vetro, chiuse con tappi di sughero o di plastica, quindi l’unico metodo per aprirle è utilizzare un cavatappi. A tal proposito, tra tanti, vi consigliamo Barvivo Cavatappi Professionale, un prodotto tascabile e facile da utilizzare, e Alessi AAM32, professionale e con un design accattivante.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Gli 8 Migliori Cavatappi – Classifica 2022

 

Se avete anche solo per un attimo dato un’occhiata a quanti cavatappi sono presenti sul mercato, vi sarete resi conto della difficoltà nella scelta. 

In effetti, esistono una miriade di offerte, più o meno costose e con una qualità variabile. 

Per evitare di fare un acquisto sbagliato, nelle prossime righe faremo una comparazione tra gli articoli più venduti, riassumendo i punti di forza e di debolezza di ognuno, con l’obiettivo di darvi un quadro più completo.

 

 

Cavatappi professionale

 

1. Barvivo Cavatappi Professionale Apribottiglie Perfetto

 

Siete alla ricerca di un cavatappi professionale? Allora non potete lasciarvi scappare questo prodotto targato Barvivo. Si tratta di un prodotto realizzato con un manico in legno di palissandro e il corpo in acciaio inox. 

L’impugnatura è ergonomica e resistente: nell’insieme è un cavatappi compatto, che potete portare con voi lasciandolo tranquillamente in tasca. È indicato per sommelier e camerieri, ma ciò non significa che non possa essere usato anche in casa. 

Infatti, con il coltellino integrato, di cui alcuni utenti lamentano la poca affilatura della lama, potrete aprire bottiglie di vino e birra senza troppe difficoltà. La sua struttura lo rende perfetto proprio per un uso quotidiano, inoltre il costo concorrenziale e non troppo elevato, consente di attirare l’attenzione anche dei più esperti, in virtù del buon rapporto qualità/prezzo. 

Purtroppo, come dicevamo, a causa del coltellino poco affilato, potreste trovarvi a dover usare maggiore forza, rischiando di romperlo con più facilità.

 

Pro

Compatto: È un articolo compatto, resistente e facile da trasportare. Utile sia a lavoro, sia per un utilizzo quotidiano e casalingo.

Rapporto qualità/prezzo: Buono anche il costo in rapporto ai materiali, soprattutto per chi tra di voi cerca un cavatappi resistente, semplice ma funzionale, senza svuotare il portafoglio.

Adattabile: Grazie all’acciaio inox con cui è realizzato il corpo di questo cavatappi, lo potrete sfruttare sia con tappi in sughero, evitando di sbriciolarli, e sia con tappi in plastica.

 

Contro

Rischioso: Secondo alcuni utenti, il rischio principale è nel coltellino poco affilato. Questo comporta che, utilizzando maggior pressione, dovrete fare particolare attenzione.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Cavatappi Alessi

 

2. Alessi AAM32 1 Proust Parrot Cavatappi

 

Nella nostra comparazione, il cavatappi Alessi è uno degli articoli più interessanti. L’unione di funzionalità, compattezza e design è un classico di questa azienda. La lavorazione a freddo dei metalli (in questo caso dell’alluminio profuso), gli conferisce una particolare resistenza, oltre a grande lucentezza: esattamente quello che ci vuole per chi, tra di voi, è più esigente.

La forma a pappagallo nasce dalla collaborazione con l’architetto e designer Alessandro Mendini, che ha voluto donare un aspetto più simpatico a uno strumento di uso quotidiano. Potrebbe non rientrare nelle vostre corde, se siete alla ricerca di modello a prezzi bassi, ma per molti acquirenti è uno dei migliori cavatappi del 2022. 

Tuttavia, in un prodotto del genere, è importante che tutte le parti siano ben ancorate. A tal proposito, alcuni utenti sottolineano sia un beccuccio poco arcuato, sia una stretta poco efficace delle viti. 

 

Pro

Design: La forma a pappagallo, i colori e l’idea di fondo di creare uno strumento piacevole anche alla vista, fanno di questo cavatappi un articolo elegante e funzionale.

Compattezza: Questo modello di Alessi unisce in un solo prodotto la spirale per aprire tappi in sughero, un beccuccio per i tappi delle bottiglie in vetro e un coltellino.

Qualità: È realizzato in alluminio profuso e PC, che lo rendono resistente e qualitativamente uno dei migliori della classifica.

 

Contro

Costo: Il costo è leggermente alto, complice la collaborazione con un famoso designer.

Alcuni dettagli: Sia il beccuccio poco arcuato e sia le viti fragili, non sono gli aspetti migliori di questo cavatappi. 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Cavatappi elettrico

 

3. Twinz’up Cavatappi Elettrico senza-Filo Professionale

 

No, non vi trovate in un universo futuristico: siete solamente di fronte a un cavatappi elettrico. Prima di cliccare sul link in basso per acquistarlo, è bene sapere che questo modello non è adatto a tutti i tipi di tappi. 

Viene consigliato di usarlo solo con quelli tradizionali in sughero, come quelli per il vino, per intenderci. Twinz’up unisce in un solo prodotto eleganza e velocità di esecuzione, perché in soli otto secondi aprirà qualsiasi bottiglia di vino. È inoltre senza fili, ma provvisto di una base di appoggio su cui caricarlo. 

Dovete fare solo attenzione a non attuare una pressione eccessiva sul pulsante di avvio, poiché quest’ultimo è parecchio fragile. Un buon regalo per i vostri amici o parenti, oppure uno straordinario strumento per stupire i commensali. 

L’involucro è in acciaio inossidabile, e il meccanismo si illumina tramite LED. Infine, è uno degli articoli più venduti online, merito del prezzo non eccessivo.

 

Pro

Effetto scenico: Se siete degli acquirenti esigenti, allora dovreste dare un’occhiata a questo prodotto. Con le luci LED e il meccanismo di esecuzione, stupirete chiunque voi vogliate.

Prezzo: È buono anche il prezzo di mercato, se si considera che questo tipo di prodotti sono generalmente venduti a prezzi più alti. Per poche decine di euro avrete uno strumento non solo utile, ma che potete sfruttare per abbellire la vostra cucina.

Senza fili: Il sistema senza fili, consente di caricarlo e trasportarlo direttamente in tavola, senza alcun problema di distanza dalla presa.

 

Contro

Scarsa versatilità: Si tratta di un modello poco versatile, poiché di difficile utilizzo con tappi che non siano di bottiglie di vino.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Cavatappi Campagnolo

 

4. Campagnolo Cavatappi Big

 

Nel campo degli strumenti professionali, il cavatappi Campagnolo riveste un ruolo particolare. Facendo una comparazione con altri attrezzi del genere, questo è tanto scenico quanto funzionale. 

Si tratta di un modello a braccia, realizzato in acciaio e del peso di poco più di 1 kg. La caratteristica che più di altre cose attira l’attenzione, oltre le dimensioni, il peso e la tanto apprezzata confezione in legno con cui potete acquistarlo, è il prezzo. 

Non è l’articolo più economico della lista, ma il motivo è presto detto: il marchio Campagnolo è famoso nel mondo per la realizzazione e produzione di articoli altamente competitivi, realizzati con materiali d’eccellenza, quindi il costo è indice di una qualità che difficilmente vi deluderà.

Complice un design classico e intramontabile, acquistandolo farete una sorpresa a tutti gli amanti di articoli del genere e professionali. 

Ma prima di cliccare sul link più in basso, vediamo insieme i punti di forza e di debolezza.

 

Pro

Materiali: La realizzazione di questo cavatappi avviene seguendo le forme sinuose caratteristiche del brand. Vanta materiali di qualità e lo studio accurato di ogni rifinitura, in modo da far uscire il tappo con facilità.

Design: Un design comodo, funzionale, semplice ed elegante, tutto italiano. Possiede una campana telescopica che vi fa centrare il tappo di sughero senza scuotere la bottiglia.

Compatto: Dopo anni di esperienza nella realizzazione, Campagnolo ha creato un cavatappi che unisce sia il vermiglione per i tappi di sughero, sia l’apribottiglie per i tappi di metallo.

 

Contro

Costo: Un grande cavatappi, necessita anche di un grande studio dietro. Per questo motivo il costo potrebbe essere proibitivo per alcuni ed eccessivo per altri . 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Cavatappi da muro

 

5. BOJ Cavatappi Professionale da Parete

 

Siete alla ricerca di un cavatappi da muro per la vostra cucina? Uno di quelli che ha riscosso migliori pareri tra gli utenti è proprio il cavatappi BOJ. Il modello nasce dalla volontà dell’azienda di offrire ai propri clienti uno strumento con cui migliorare l’atmosfera di un ristorante, una cucina casalinga o un bar, e anche di avere uno strumento veloce, comodo ed elegante. 

Il design lo rende robusto, in virtù anche del caratteristico manico e del supporto realizzati con un legno particolare: il sepele, utilizzato, tra l’altro, anche da numerose case automobilistiche di lusso. 

Il corpo è invece composto da una lega di zinco e altri materiali, che lo rendono forte e resistente al tempo. Il prezzo in questo caso non è dei più bassi, ma l’azienda che l’ha brevettato ben 75 anni fa e che ora è leader nel settore, ne assicura la qualità nel lungo periodo.

 

Pro

Resistenza: Il cavatappi BOJ è realizzato per essere affisso sulla parete. Per questo motivo ha un corpo solido e robusto, ma anche un manico e un sostegno forti, che gli permettono di resistere anche dopo svariati utilizzi.

Funzionalità: La leva azionatrice, lunga 30 cm, consente di ottimizzare gli spazi e le tempistiche di apertura delle bottiglie di vino.

Rapporto qualità/prezzo: Per il legno sepele, la lega zincata e la resistenza, questo cavatappi ha un rapporto qualità/prezzo invidiabile.

 

Contro

Prezzo: Il prezzo vi potrebbe sembrare eccessivo, infatti non è un cavatappi per tutti. Però, secondo noi, se siete veri appassionati di vino, non potete non averlo.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Cavatappi a lame

 

6. Westmark Monopol Cavatappi “Ah-So”

 

Il modello Ah-So di Monopol ha la caratteristica principale di essere un cavatappi a lame, perciò diverso da quelli che si trovano comunemente in commercio. È un articolo realizzato in acciaio temprato, delle dimensioni di 110 x 65 x 10 cm, quindi compatto e di facile trasporto. 

Vi basterà inserire le molle nel collo della bottiglia, per poi tirare fuori il tappo di sughero senza danneggiarlo. Inoltre è una buona soluzione per estrarre quei pezzi di sughero o di plastica rotti, perché le molle laterali sono talmente fini, da riuscire a svolgere questo compito senza far cadere trucioli nel vino. 

Nel prezzo competitivo di una decina di euro è compresa anche una custodia cromata e un levacapsule. L’unica accortezza da avere è quella di lubrificare e asciugare le molle dopo ogni utilizzo, altrimenti si danneggeranno con facilità. 

Infine, alcuni utenti incitano a una maggiore accortezza quando si estraggono i tappi: potrebbero cadere nel vino o causare la rottura delle molle.

 

Pro

Versatilità: Oltre ad essere utile per stappare i tappi di sughero o di plastica, il collo permette di aprire anche le bottiglie di birra o estrarre i tappi rotti, senza troppo impegno.

Costo: Il costo di questo modello è davvero esiguo. Per una decina di euro potete acquistare un cavatappi in acciaio temprato di buona fattura, con alcuni accessori inclusi, come un levacapsule e una custodia elegante.

Tascabilità: Un cavatappi di questo genere è noto per essere facilmente trasportabile. Potrete portarlo ovunque voi vogliate, poiché occuperà pochissimo spazio.

 

Contro

Accortezze imprescindibili: Le molle potrebbero rompersi o ossidarsi, senza un’accurata lubrificazione con olio e la giusta pressione durante l’estrazione.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Cavatappi a leva

 

7. Kitchen Craft Bar Craft Connoisseur Set Cavatappi a Leva

 

Se desiderate avere un modello di cavatappi a leva minimale, moderno e versatile, questo nuovo prodotto di Kitchen Craft fa proprio per voi. In verità si tratta di un set composto da un cavatappi e il suo supporto, un coltellino per rimuovere le pellicole dalle bottiglie di vetro, un tappo in acciaio inox, per mantenere inalterato il vino già aperto, e un vermiglione di riserva, nel caso in cui quello originale si rompesse. 

Tutto questo a un prezzo che appare molto conveniente. Il meccanismo del cavatappi è pensato per aprire le bottiglie in appena tre secondi, per questo il set può essere un buon regalo per gli intenditori di vino. 

In più, grazie all’acciaio con cui sono realizzati gli accessori, durano per anni senza deformarsi, rimanendo pratici, veloci e leggeri. Peccato invece che, a causa della fragilità, con un eccessivo sforzo nella pressione della leva, quest’ultima possa rompersi e che non possa essere sostituita.

 

Pro

Un set di cinque: Nella confezione sono previsti ben cinque strumenti utili per l’apertura e chiusura di qualsiasi bottiglia. Non dovrete disperare nel cercare tutti gli attrezzi che vi possono servire: li avrete a portata di scatola.

Rapporto qualità/prezzo: Per la quantità di articoli nella confezione, il costo non è eccessivo, perciò questo modello ha un ottimo rapporto qualità/prezzo.

Estetica: Anche l’occhio vuole la sua parte, perciò i dettagli e le rifiniture di questi strumenti sono ideati di colore nero,quindi  donano un particolare senso estetico minimale e accattivante.

 

Contro

Fragilità della leva: La scarsa resistenza della leva, all’esercizio di pressioni maggiori, è un punto di debolezza di questo set di cavatappi. Tra l’altro, non è presente alcun pezzo di ricambio.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Cavatappi Laguiole

 

8. Laguiole Cavatappi Sommelier con Manico in Ulivo

 

Ecco un altro prodotto interessante: se siete collezionisti o semplicemente amate la qualità, cliccando sul link più in basso saprete dove acquistare uno dei migliori strumenti in circolazione.

Il punto di forza di questo cavatappi Laguiole è la certificazione dell’azienda, che dal 1920 produce questi strumenti di prestigio. Il manico in ulivo consente di avere un’impugnatura migliore, come l’intero design del cavatappi garantisce la stessa qualità della prima volta, anche dopo svariati utilizzi. 

Tra i modelli più costosi, questo è il più economico, ma a dirla tutta possiede alcune caratteristiche che, soprattutto per chi fa il sommelier, saranno fastidiose. Innanzitutto non dispone di una doppia leva: questo rende difficile l’estrazione di tappi da bottiglie più grandi e importanti. 

Inoltre il vermiglione e il coltellino sono duri, e questo è un punto a sfavore, soprattutto se aprite diverse bottiglie al giorno. In ogni caso, potrebbe essere un regalo perfetto per chi ama il lusso nelle cose semplici. 

 

Pro

Manico in ulivo: Un dettaglio chic che potrebbe fare la differenza è il manico, realizzato in ulivo. Questo rende il cavatappi elegante e di facile presa.

Resistenza: L’acciaio con cui è realizzato questo modello è altamente resistente, temprato ad alte temperature e di difficile rottura.

Rapporto qualità/prezzo: Sebbene non sia un cavatappi economico, la qualità di realizzazione è eccellente, perciò il gioco vale la candela.

 

Contro

Durezza: Sia il vermiglione e sia il coltellino per tagliare la plastica dalle bottiglie sono duri da estrarre. Un problema non da poco se siete dei sommelier.

Nessuna doppia leva: La mancanza di una doppia leva, obbliga a incrementare lo sforzo per estrarre qualsiasi tappo.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Guida per comprare un buon cavatappi

 

Spesso presente nei negozi di articoli per la casa, il cavatappi è un utensile da cucina utile, anche per chi non fa il sommelier. Averne uno di buona qualità permette di risparmiare tempo, mantenere inalterate le qualità organolettiche del vino o della birra senza rompere i tappi di sughero e, talvolta, anche di stupire i commensali.

Sarà facile rendersi conto che un modello non è di buona qualità, ma con le numerose alternative che si trovano sul mercato, è meglio fare il punto della situazione. Vediamo insieme come scegliere un buon cavatappi, analizzando alcune caratteristiche fondamentali.

La struttura

Più di altre cose, un elemento spicca quando si cerca il migliore cavatappi sul mercato: la sua struttura. Con l’ingresso delle nuove tecnologie anche nel mondo enogastronomico, sono cambiate diverse cose, ma un elemento come il vermiglione non deve mancare mai. 

Nei cavatappi tradizionali, potete trovare una struttura a vite, che talvolta presenza braccia laterali, talvolta è a pinza, altre volte a muro, ma sappiate che ci sono altri modelli più o meno professionali e con strutture più semplici. 

Se il vostro obiettivo principale è appunto quello di aprire bottiglie di vino o di birra velocemente, allora optate per un cavatappi da sommelier. Ci sono anche quelli con braccia a forma di omino, che vi consentono di estrarre facendo forza con una doppia leva, perciò impiegando meno tempo e meno sforzo. 

Se non sapete quale cavatappi comprare, tenete presente che, come obiettivo principale, deve avere caratteristiche che vi evitino situazioni spiacevoli.

 

Ciò che non può mancare

Ogni modello che si rispetti, come potete vedere nella classifica dei migliori cavatappi del 2022, possiede alcune caratteristiche funzionali. In base alla struttura che scegliete, alcune peculiarità cambieranno, ma è importante che il suo compito principale lo svolga nel migliore dei modi e magari velocemente. 

Se siete dei sommelier, allora avrete bisogno di avere un cavatappi sempre a portata di mano, per questo saranno utili strumenti di dimensioni ridotte, ma comunque funzionali. 

D’altro canto, se il vostro uso è prettamente casalingo, allora potete giostrare la vostra scelta anche su cavatappi che si agganciano alla parete e con i quali fare il minimo sforzo, in virtù di una leva abbastanza grande. 

Sarà importante che la lunghezza del vermiglione, ovvero della spirale che si posiziona nel tappo, non sia eccessiva, come dovrete assicurarvi che abbia un’impugnatura solida e resistente. 

 

I principali modelli 

Oltre al classico cavatappi a cui siete abituati, ovvero quello che avete in casa più o meno tutti, in commercio esistono tantissimi modelli, di cui abbiamo già accennato nel paragrafo precedente. 

Ma prima di fare qualsiasi acquisto, vediamo insieme le differenze tra le varie alternative. 

Parallelamente al cavatappi classico a forma di omino, esistono varianti come il tirabusciò, ovvero quello composto da un manico in legno, oltre che dalla spirale. 

Vii serviranno parecchia manualità e forza per riuscire a stappare bottiglie con questo metodo. Esistono inoltre cavatappi a doppia vite, particolarmente utili per aperture di bottiglie più casalinghe, ma anche quelli a doppia lama, indicati per bottiglie di annata e con tappi di sughero particolarmente fragili. 

Infine, in commercio troverete anche un nuovo tipo di cavatappi: quello elettrico, che vi farà risparmiare tempo e fatica, poiché dovrete posizionarlo sulla bottiglia, premere il pulsante e in massimo otto secondi stapperà autonomamente.

 

Elementi accessori 

Che siate professionisti o che amiate degustare saltuariamente vino e birra, saprete che la qualità di un cavatappi si riconosce anche e soprattutto per alcuni accessori imprescindibili. 

Vi sarete accorti che su qualsiasi bottiglia di vino (e più raramente di birra), ci sono capsule di plastica da togliere prima di estrarre il tappo. 

Per fare questo vi servirà un coltellino, il quale, molto spesso, soprattutto in apribottiglie professionali, è già incorporato. Altre volte dovrete procurarvelo, a meno che non scegliate di acquistare un set che lo include nella confezione. 

Un altro accorgimento utile è di constatare la presenza di beccucci o cerchietti per l’apertura di tappi di metallo, come quelli delle bottiglie di birra. 

I materiali giusti

Altro elemento fondamentale nella scelta del migliore cavatappi, è il materiale di cui è composto. Un utensile di questo genere è importante che sia realizzato da parti resistenti e inossidabili. 

Diversamente potrebbe rompersi anche solo dopo un utilizzo, compromettendo anche la qualità del vino, poiché il tappo, già forzato, si sgretolerebbe con più facilità. È altresì importante che il cavatappi che scegliete abbia un’impugnatura ergonomica, non troppo ricurva o scivolosa. 

Perciò, si consiglia di optare per manici in legno, che non solo sono più funzionali, ma anche più eleganti. In ultimo, ma non per importanza, cercate un cavatappi con una spirale non troppo lunga, altrimenti rischierete che il tappo rilasci trucioli.

 

 

 

Domande frequenti

 

Come aprire una bottiglia di vino senza cavatappi?

Il cavatappi è uno strumento utilissimo, su questo non si transige. Tuttavia può capitare di non averlo subito sotto mano, soprattutto durante picnic all’aria aperta. 

Per capire come aprire una bottiglia di vino senza cavatappi, vi basterà utilizzare un po’ di fantasia, ma vediamo insieme alcune idee. Un metodo veloce e indolore potrebbe essere quello di spingere il tappo all’interno della bottiglia. 

Però, considerate che potreste rischiare di far scivolare trucioli nel vino, compromettendone la qualità organolettica. Un’altra idea è quella di utilizzare una vite e una pinza. Tramite una leggera pressione inserite la vite nel tappo di sughero e, girando con la pinza, tiratela su piano piano, fino a quando non sentirete il classico suono che vi annuncia di essere riusciti nell’impresa. 

 

Dove comprare un buon cavatappi?

Nell’era digitale è quasi tutto possibile. Oggi esistono negozi online che possono fornirvi un’ampia alternativa ai modelli più comuni che trovate in negozio. Se siete interessati a comprare un buon cavatappi, allora date un’occhiata al nostro confronta prezzi, in questo modo avrete una vasta scelta e i relativi link che vi indirizzano all’acquisto. 

Solitamente su Internet, digitando il nome di ciò che cercate, riuscite a trovarlo con estrema facilità. Certo, acquistarlo online è totalmente differente rispetto al negozio, perché, nel secondo caso potete provarlo e toccarlo con mano prima di comprarlo. 

In definitiva, in base alla vostra attitudine, resta a voi scegliere il canale migliore.

 

Quali vantaggi e svantaggi possiede un cavatappi?

Il vantaggio principale dell’avere un cavatappi è quello di non dovervi sforzare nell’aprire qualsiasi bottiglia di vino o di birra. Ma sul mercato esistono vari modelli, più o meno semplici da utilizzare, che non sono sempre così vantaggiosi per tutti. 

Infatti, alcuni sono più indicati per esperti e professionisti, come i cavatappi a lame, mentre altri potrebbero alterare il vino o la birra, facendo disperdere un po’ di anidride carbonica. 

Ciò nonostante, questo strumento sarà, per la maggior parte delle volte, utile a preservare il colore, l’aroma e il sapore del contenuto delle bottiglie, senza perforare fino in fondo il tappo in sughero o plastica. 

 

Come pulire un cavatappi?

La maggior parte dei cavatappi è realizzata in acciaio inossidabile, tuttavia ci sono alcune accortezze da avere, affinché questo utile strumento possa durare il più tempo possibile. 

Una piccola manutenzione periodica, in cerca di eventuali viti mancanti o graffi e rotture della spirale, è una buona abitudine. 

Inoltre vi consigliamo di passare un panno umido su tutto il cavatappi, lasciandolo asciugare normalmente, nel caso in cui ci siano alcuni elementi ossidabili, in questo modo eviterete la comparsa della ruggine. 

È, infine, buona norma conservarlo in luoghi asciutti, perché l’eventuale manico in legno o in silicone, potrebbe rovinarsi. 

 

È meglio un cavatappi elettrico o uno manuale?

Anche se alla base c’è lo stesso obiettivo, il metodo di utilizzo di quello elettrico e di quello tradizionale, è nettamente differente. Se amate stupire amici e parenti, un cavatappi elettrico è quello che fa al caso vostro. I principali modelli sono dotati di un corpo solido, robusto e con luci LED che si accendono durante il procedimento di estrazione del tappo. 

Diversamente, quello tradizionale è più veloce da utilizzare, e potrete conservarlo in qualsiasi cassetto, invece che ingombrare un piano della vostra cucina con un caricatore.

 

 

 

Come utilizzare un cavatappi

 

Utilizzare un cavatappi per aprire le bottiglie di vino o di birra, consente di risparmiare tempo e forze. Anche se capire come aprire una bottiglia di vino senza cavatappi non richiede tanto tempo, ma solo un po’ di creatività, l’apribottiglie rimane uno strumento utile e abbastanza economico. 

In commercio ci sono diverse varianti, alcune più economiche di altre, ma altrettante più tradizionali o moderne. Avrete sicuramente un’ampia scelta nel suo acquisto, ma come si utilizza? In realtà non è difficile, ma vediamo insieme alcuni consigli utili per sfruttarlo nel migliore dei modi.

 

 

L’uso che ne fate

Siete in procinto di acquistare un cavatappi o l’avete appena comprato? Se state leggendo queste righe, forse vorrete capire come utilizzare al meglio il nuovo acquisto. Ma prima di sfruttarlo appieno, è bene sottolineare l’obiettivo per il quale l’avete acquistato. Se siete dei sommelier, allora siete abituati al suo impiego quotidiano per decine di bottiglie. 

Se invece siete amanti del vino, avete una cantina o amate organizzare cene o pranzi in compagnia, potrà tornarvi utile un cavatappi a parete o quello a omino, in quanto, non essendo costretti da tempistiche lavorative come in un ristorante, potrete prendervi tutto il tempo che volete.

Per bottiglie di annata o con tappi vecchi, utilizzate un cavatappi a doppia lama. Seguendo le istruzioni della confezione vi sarà funzionale per evitare di sporcare le qualità organolettiche del vino o della birra che volete aprire. 

A tal proposito potrebbe tornare utile anche un cavatappi con doppia leva, il cui utilizzo è esplicato nel paragrafo successivo.

 

Come estrarre il tappo

Partendo dai modelli classici e più tradizionali, aprire una bottiglia, sia essa di vino, sia di birra, potrebbe essere difficoltoso se è la vostra prima volta. Innanzitutto tagliate la capsula che certifica la qualità della bottiglia. Per questa operazione, vi consigliamo di utilizzare un coltellino piuttosto affilato, per evitare una maggiore pressione, con il rischio che la bottiglia scivoli, ferendovi. 

In seguito, posizionate il vermiglione o spirale al centro del tappo di sughero, girando in senso orario, ma senza forarlo fino in fondo. Questo passaggio è importante per riuscire a minimizzare lo sforzo, ottimizzare il tempo e non far cadere trucioli nel liquido. 

Quando sentite il cavatappi ben saldo, prendete con una mano la bottiglia e, facendo pressione con la doppia leva, nel caso dei cavatappi per sommelier, oppure dei bracci, nel caso di quelli a forma di omino, estraete il tappo con tiri secchi. 

Se vi risulta difficile, un trucchetto è quello di passare il collo della bottiglia sotto l’acqua calda e poi riprovare.

 

 

Il sistema elettronico

La tecnologia cerca di renderci sempre più facile qualsiasi operazione: è il caso dei cavatappi elettrici, spesso realizzati senza fili, che necessitano solo di essere ricaricati su apposite basi.

Il vantaggio sarà quello di non far nemmeno il minimo sforzo per aprire una bottiglia, rendendo anche più scenica l’operazione. Il metodo di utilizzo è abbastanza semplice: dovrete posare la spirale sopra il tappo di sughero, premere il pulsante e aspettare la fine dell’operazione. 

Solitamente impiegherà al massimo 8/10 secondi, ma ci sono cavatappi elettrici ancora più veloci!

 

 

DEJA UN COMENTARIO

0 COMENTARIOS