Le 8 Migliori Pirofile Del 2022

Ultimo aggiornamento: 03.12.22

 

Pirofile – Guida, Opinioni e Confronti

 

Per chi si dedica anima e corpo alla cucina è fondamentale avere a disposizione un arsenale completo di teglie e utensili con cui preparare i propri manicaretti a regola d’arte. Per cuocere in modo uniforme le pietanze in forno, il mercato propone una vasta gamma di pirofile realizzate con materiali e forme diverse, ma per raggiungere i migliori risultati di cottura è importante scegliere il modello giusto. Per facilitarvi il compito abbiamo selezionato alcuni degli articoli preferiti dagli utenti che li hanno acquistati, tra cui: la Pyrex 406B000/6146, interamente realizzata in vetro borosilicato per passare tranquillamente dalle temperature più basse del freezer a quelle alte del forno (fino a 240°C) senza risentire degli shock termici; e il set da due teglie Malacasa Bake.Bake, che si fa apprezzare per la spiccata versatilità di utilizzo e la possibilità di poter scegliere tra sei differenti colorazioni.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Le 8 migliori pirofile – Classifica 2022

 

Le migliori pirofile del 2022 che abbiamo incluso tra i nostri consigli d’acquisto sono state scelte dalla nostra redazione tenendo conto dei pareri degli utenti che le hanno già testate e del rapporto qualità/prezzo messo in campo dalle aziende produttrici. Leggete la recensione che ne abbiamo fatto per individuare il prodotto più adatto alle vostre esigenze e possibilità di spesa.

 

 

1. Pyrex Pirofila Rettangolare con Vetro Borosilicato 406B000/6146

 

Il prodotto che apre la nostra comparazione è la pirofila da forno in vetro borosilicato proposta dall’azienda francese Pyrex, pensata per chi cerca un buon compromesso tra spesa e resa.

Realizzata con materiali igienici e privi di sostanze tossiche, si rivela ideale per la preparazione di tutte quelle ricette che richiedono una cottura in forno ad alte temperature, fino a 300°C. Non a caso, il principale punto di forza del pyrex è il trattamento termico di tempra grazie al quale acquisisce una particolare resistenza agli shock termici che gli permette di passare da – 20 a 240°C senza subire danni.

L’ottima capacità di condurre calore rende questa pirofila di vetro particolarmente indicata anche per le cotture lunghe a temperature moderate, ottenendo così un’invitante doratura esterna pur mantenendo l’interno succoso.

 

Pro

Materiali: La pirofila Pyrex è realizzata in vetro borosilicato, inodore e privo di sostanze tossiche, che assicura una diffusione uniforme del calore e una buona resistenza agli sbalzi di temperatura.

Praticità: Risulta adatta ai lavaggi in lavastoviglie e può essere inserita anche nel forno a microonde per restituire una praticità di utilizzo che non teme paragoni.

Prezzo: Un’altra carta vincente del prodotto è il rapporto qualità/prezzo molto conveniente che ha fatto sorridere anche gli utenti più parsimoniosi.

 

Contro

Maneggevolezza: I manici piccoli rendono questa teglia abbastanza scomoda da maneggiare, soprattutto se si utilizzano guanti da cucina e presine.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

2. Malacasa Set da 2 Teglie da Forno in Porcellana Bake.Bake

 

Dopo aver confrontato i prezzi e le caratteristiche dei migliori prodotti venduti online, abbiamo deciso di assegnare il secondo posto della nostra classifica al set Bake.Bake della ditta italiana Malacasa, che consta di due pirofile in porcellana dallo spessore di circa due centimetri.

Questa caratteristica gli permette di sopportare una temperatura massima di 250°C senza alterare il sapore o assorbire gli odori degli alimenti, potendo fare affidamento su un efficiente rivestimento smaltato che assicura una distribuzione uniforme del calore e consente di effettuare anche cotture al cartoccio o a bagnomaria.

Il prezzo al di sopra della media si deve anche al design ben curato dal punto di vista estetico che le rende ideali come piatto da portata da posizionare direttamente al centro della tavola, con l’ulteriore vantaggio di poter scegliere il colore preferito tra i sei messi a disposizione dall’azienda.

 

Pro

Resistenti alle alte temperature: Le pirofile Bake.Bake di Malacasa sono realizzate in porcellana di elevata qualità per sopportare senza problemi le cotture in forno fino a 250°C.

Estetica: Il design ben curato nei dettagli permette di tenerle a vista in cucina o di portarle direttamente in tavola per donare un tocco unico alla propria mise en place.

Ampia scelta: Oltre a sei colorazioni tra cui scegliere, si potrà selezionare la forma e le dimensioni adatte in base alle proprie esigenze.

 

Contro

Pulizia: La delicatezza della porcellana esige lavaggi con acqua tiepida che prevedano l’uso di detergenti privi di fosfati e spugne non abrasive per preservarne a lungo l’integrità.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

3. Egan Pirofila Rettangolare Paf con Presina

 

Chi cerca la qualità più che i prezzi bassi può prendere in considerazione la pirofila di ceramica proposta da Egan, interamente decorata a mano per creare un prodotto unico ed estremamente raffinato. È realizzata seguendo i ben noti standard qualitativi che contraddistinguono i prodotti made in Italy, con l’aggiunta di uno speciale rivestimento stoneware capace di immagazzinare una notevole quantità di calore, distribuendolo in modo uniforme e velocizzando la cottura degli alimenti senza bisogno di aggiungere oli o grassi per evitare che si attacchino al fondo.

A conferma della buona qualità dei materiali scelti per la sua costruzione, può essere lavata direttamente in lavastoviglie e inserita nel forno a microonde senza pericolo che la struttura si deformi.

Appare dunque evidente come la caratteristica su cui gioca maggiormente il prodotto sia l’elevata resistenza alle alte temperature e all’usura, ma si fa apprezzare anche per la particolare leggerezza della struttura, di poco superiore al chilogrammo, che lo rende più maneggevole e pratico da spostare nonostante l’assenza di manici.

 

Pro

Design italiano: L’attenzione che l’azienda italiana Egan riserva alla qualità dei suoi prodotti la si riscontra anche nel design raffinato e ben curato di questa pirofila, interamente decorata a mano e dai colori molto vivaci.

Performante: La porcellana con cui è realizzata resiste alle alte temperature e non trattiene gli odori degli alimenti.

Presina: Le dimensioni di 28 x 20 cm permettono di preparare discrete quantità di cibo, con l’aggiunta di una simpatica presina in pendant che sopperisce all’assenza di manici.

 

Contro

Costosa: Purtroppo la qualità si paga cara in questo caso, visto che il prezzo a cui viene venduta supera di molto la media di mercato.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

4. Thun Teglia Rettangolare con Fiori Linea Country

 

Se vi piacciono i prodotti di classe sicuramente non resterete indifferenti di fronte al fascino e all’eleganza di questa splendida teglia rettangolare con fiori della linea Country di Thun. Pur non essendo il prodotto più economico che si possa trovare sul mercato, ha fatto incetta di feedback positivi da parte degli utenti sia per il design d’altri tempi capace di impreziosire l’arredamento della propria cucina sia per la cura e l’attenzione con cui è realizzata.

La ceramica scelta, infatti, reggere bene l’uso prolungato e può essere inserita anche nel forno a microonde, raggiungendo quindi un perfetto compromesso tra versatilità, qualità e prestazioni.

Le misure disponibili sono due, rispettivamente di 35 x 20 x 6 cm e 43 x 24,5 x 8 cm, ma in quanto a praticità di pulizia non tutti gli acquirenti si sono detti soddisfatti, visto che la fragilità del rivestimento smaltato impone maggiore accortezza in fase di lavaggio per evitare che si rovini.

 

Pro

Stile: Chi oltre alla qualità punta anche al design non rimarrà deluso dalla teglia rettangolare Country di Thun, realizzata con maestria e cura verso i dettagli.

Versatile: Si può inserire tranquillamente nel forno a microonde senza pericolo di danneggiare la ceramica o le decorazioni in rilievo sui bordi.

Solida ed efficiente: La struttura di questa pirofila è progettata per durare a lungo nel tempo, mentre il rivestimento smaltato impedisce ai cibi di restare attaccati al fondo.

 

Contro

Prezzo alto: Dal momento che costa uno sproposito, vi consigliamo di non risparmiarla in termini di lavoro per ammortizzare la spesa sostenuta per l’acquisto.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

5. Teglia da Forno Serie Kitchen Time

 

Meritevole di attenzione è anche il set da due teglie rettangolari proposto da Domestic by Mäser, utilizzabili in forno fino a 300°C. Anche in questo caso la spesa da sostenere è piuttosto alta, ma grazie agli ottimi risultati di cottura garantiti dalla ceramica con cui sono realizzate si può tranquillamente chiudere un occhio al riguardo.

Oltre a essere funzionali, si rivelano anche pratiche e facili da maneggiare grazie agli ampi manici laterali che agevolano la presa anche quando si indossano guanti da forno molto spessi, e dal momento che sono impilabili, sarà possibile riporle nella credenza senza occupare uno spazio eccessivo.

Inoltre, il rivestimento smaltato non assorbe gli odori e concede alle pirofile una straordinaria capacità antiaderente che impedisce ai cibi di attaccarsi durante la cottura, risultando anche più semplici da pulire. La possibilità di poter scegliere il colore preferito tra i cinque disponibili permette di abbinare le stoviglie alle tonalità del proprio arredamento, in modo da poterle tenere anche a vista su un ripiano della cucina.

 

Pro

Solide: Adatte per le cotture in forno fino a 300°C, fanno affidamento su una struttura in ceramica rinforzata che le rende molto resistenti anche in caso di utilizzi intensivi.

Praticità: Il set si compone di due teglie rettangolari che permettono di cucinare più pietanze contemporaneamente.

Pulizia: La possibilità di poterle lavare direttamente in lavastoviglie punta a semplificare le successive operazioni di pulizia.

 

Contro

Irregolarità: Il rivestimento smaltato appare irregolare in alcuni punti, anche se si tratta di un difetto che non incide in alcun modo sulle performance di cottura.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

6. Pyrex Pirofila da Forno in Vetro Classic

 

Economiche e versatili, le pirofile in vetro di Pyrex, vendute in confezione da due pezzi a un costo molto conveniente, si possono utilizzare in forno, in microonde e in frigorifero per restituire una maggiore praticità d’uso a fronte di una spesa contenuta.

Proprio in virtù di questa caratteristica sono state molto apprezzate dagli utenti che le hanno acquistate online, anche perché si sono rivelate estremamente resistenti sia alle alte temperature sia agli utilizzi intensivi. Il vetro borosilicato scelto per la loro realizzazione non si dilata a contatto con il calore e sopporta bene gli shock termici, ragion per cui sarà possibile lavarle comodamente in lavastoviglie senza pericolo che si danneggino.

Quanto alle dimensioni, il valore a cui fare riferimento è la capacità espressa in litri (ossia 2,6 e 3,6 L), poiché le misure in centimetri riportate sulla scheda tecnica del prodotto includono anche le maniglie, il che potrebbe risultare fuorviante per chi sta cercando una grandezza specifica.

 

Pro

Qualità: Le doti di inerzia chimica e la resistenza al calore del vetro borosilicato rendono queste pirofile adatte per le cotture in forno ad alte temperature e i lavaggi in lavastoviglie.

Due pezzi: Con una spesa irrisoria potrete portarvi a casa due teglie con cui preparare ogni genere di manicaretto.

Non temono il freddo: La particolare resistenza agli shock termici del pyrex permette di sfruttarle anche per la conservazione in frigorifero o in freezer, senza dover effettuare fastidiosi travasi.

 

Contro

Dimensioni: Dal momento che le misure dichiarate includono anche i manici laterali, se non volete ritrovarvi con delle teglie troppo grandi o troppo piccole dovrete basarvi sulla capacità in litri.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

7. Stoneline Brasiera e pirofila combinate

 

Tra le migliori pirofile combinate disponibili online, quella di Stoneline è sicuramente la più versatile ma anche una delle più costose. Tuttavia, una volta assaggiati i manicaretti che vi permetterà di preparare, siamo certi che anche voi vi capaciterete di aver investito bene il vostro denaro.

Le dimensioni considerevoli (sui 45 x 37 x 13 cm) permettono di cucinare una grande quantità di alimenti, mentre il rivestimento antiaderente riduce l’impiego di oli e grassi in modo da portare in tavola piatti più leggeri e salutari.

Molto apprezzato anche il coperchio in vetro che permette di tenere sempre sotto controllo lo stato di cottura delle pietanze e di aggiungere ulteriori liquidi all’occorrenza (vino per la brasatura, brodo o acqua), senza causare inutili dispersioni di calore che potrebbero compromettere la buona riuscita delle ricette.

 

Pro

Versatilità: La pirofila combinata Stoneline si può utilizzare sia in forno sia sui tradizionali fornelli a gas, fungendo anche da pratica brasiera.

Praticità: Facile da pulire grazie al rivestimento antiaderente, è molto resistente e durevole senza risultare eccessivamente pesante.

Coperchio: Un altro vantaggio di questo modello lo si ritrova nella dotazione di un coperchio in vetro temperato che permette di controllare in ogni momento la cottura delle pietanze.

 

Contro

Pulizia: Si raccomanda di lavare la teglia rigorosamente a mano e senza utilizzare spugne abrasive per evitare che il rivestimento si rovini.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

8. Guardini Pirofila Rettangolare in Ceramica C0TC7A

 

Dal momento che stiamo parlando delle migliori pirofile da forno, era impossibile non includere tra i nostri consigli d’acquisto un modello Guardini, una delle aziende italiane più note nel settore che si contraddistingue per la qualità e la convenienza dei suoi prodotti.

Misura 30 x 18 cm e ha un’altezza di ben 7 cm, risultando quindi ideale per tutte quelle preparazioni che richiedono grandi quantità di sugo o brodo, come gli stufati di carne. La struttura è in ceramica con rivestimento smaltato dalle buone proprietà antiaderenti e ospita anche due comode maniglie laterali per facilitare la presa e il trasporto.

Anche in termini di pulizia non delude le aspettative, visto che sia procedendo con il tradizionale lavaggio a mano sia inserendola direttamente in lavastoviglie macchie e incrostazioni avranno i minuti contati. Più leggera rispetto ad altri prodotti concorrenti, si è dimostrata anche abbastanza solida e resistente da sopportare senza difficoltà le sollecitazioni più intense.

 

Pro

Maneggevole: Grazie al peso contenuto e alla dotazione di due pratiche maniglie laterali, questa pirofila in ceramica risulta molto comoda da maneggiare e da spostare.

Antiaderente: Il rivestimento smaltato permette di cucinare pietanze leggere e salutari, senza aggiunta di olio o condimenti.

Qualità/prezzo: Pur essendo proposta a un prezzo molto economico ha dimostrato di saper fare bene ciò per cui è stata progettata.

 

Contro

Colori: Se siete alla ricerca di una tonalità specifica da abbinare alle cromie della vostra cucina, dovrete valutare altre proposte perché quella di Guardini è disponibile nella sola variante bianca.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Guida per comprare una buona pirofila

 

Tra i numerosi utensili indispensabili in cucina, le teglie si rivelano fondamentali per preparare una grande varietà di ricette, soprattutto quelle che prevedono la cottura in forno. Ma come scegliere una buona pirofila tra l’enorme varietà di offerte disponibili sul mercato? I prodotti della migliore marca sono un’ottima opzione perché riescono ad accontentare tutte le esigenze, restituendo una maggiore resistenza all’usura e alle alte temperature. Disponibili in tante forme, colori e materiali, si dimostrano “risolutivi” tra i fornelli e quindi da mettere in conto tra i propri acquisti se si vogliono raggiungere i migliori risultati di cottura. In questa sezione della nostra guida scopriremo quali sono i fattori da prendere in considerazione per una scelta ottimale.

La pirofila giusta per ogni ricetta

Dolci, lasagne, sformati e torte rustiche sono tra le pietanze più golose da preparare, magari in vista di un’occasione speciale o semplicemente per far felici le papille gustative. Ma per ogni ricetta, semplice o elaborata che sia, è fondamentale usare una pirofila che permetta una cottura uniforme e una facile sformatura degli alimenti.

Le teglie tradizionali – quelle che erano solite utilizzare le nostre nonne, per intenderci – sono generalmente realizzate in alluminio, acciaio inox o ferro stagnato per garantire una buona conducibilità termica a fronte di una maggiore resistenza alla corrosione. Tuttavia, tra i modelli più venduti e richiesti dai cuochi provetti e da chi è alle prime armi in cucina troviamo anche quelli in ceramica, che rispetto ai precedenti si riscaldano più lentamente e mantengono la temperatura costante anche quando vengono tolti dal forno, ma per contro risultano meno pratici da pulire.

Per far fronte a questo piccolo inconveniente, tra i prodotti che hanno saputo ritagliarsi il loro spazio in cucina si collocano anche le pirofile in silicone, un materiale relativamente nuovo che si fa apprezzare per praticità, leggerezza e flessibilità di impiego. Oltre a vantare ottime proprietà antiaderenti, è in grado di passare dalle temperature più basse del congelatore a quelle alte del forno senza subire danni, rendendo al contempo più pratiche le operazione di pulizia grazie alla possibilità di poterlo lavare direttamente in lavastoviglie.

In commercio è possibile reperire anche pirofile in vetro borosilicato (il cosiddetto pyrex) che offre gli stessi vantaggi delle versioni in ceramica ma con alcune sostanziali differenze: oltre a poterle inserire nel freezer e in microonde, non alterano il gusto degli alimenti ed essendo trasparenti permettono di tenere sempre sotto controllo lo stato di cottura degli alimenti senza essere costretti ad aprire il forno.

 

L’importanza del rivestimento

Quando si tratta di scegliere la migliore pirofila per le proprie esigenze un occhio di riguardo va rivolto anche al rivestimento. Dal momento che le alte temperature possono sprigionare sostanze nocive per la salute, è importante assicurarsi che il prodotto scelto sia realizzato con materiali sicuri e certificati che in cottura non rilascino particelle tossiche come il bisfenolo A, la formaldeide o la melmina.

Alcune teglie, inoltre, vengono sottoposte a speciali trattamenti volti a rendere la superficie antiaderente per ottimizzare la cottura dei cibi e impedire che si attacchino al fondo della pirofila. Oltre a garantire una distribuzione uniforme del calore, permettono di cuocere le pietanze senza aggiunta di oli o grassi, rendendo anche più pratiche le successive operazioni di pulizia.

Caratteristiche strutturali e design

Pur non essendo un fattore rilevante in termini di qualità e prestazioni, anche il design costituisce una discriminante da tenere in considerazione per capire quale pirofila comprare. Colori e decorazioni acquistano il loro rilievo qualora si voglia utilizzare il contenitore come piatto da portata per servire le pietanze direttamente in tavola.

Del resto è risaputo che anche l’occhio vuole la sua parte, ma ai fini di una scelta lungimirante è fondamentale che il coefficiente estetico venga valutato parallelamente alla componente strutturale: dopo aver individuato il materiale che più soddisfa le proprie aspettative, non rimane che scegliere una pirofila che abbia le dimensioni e la forma adatta al tipo di preparazione che si vuole eseguire.

Per prima cosa la conformazione del modello deve essere adeguata al tipo di forno che si utilizza, poi occorre prestare attenzione all’altezza dei bordi per impedire la fuoriuscita di succhi e liquidi durante la cottura. Nei negozi di articoli per la casa e sui siti dove acquistare online sono disponibili, poi, sia teglie con i manici, utili per estrarle più facilmente dal forno evitando il rischio di scottarsi, sia le versioni senza bordi che si rivelano indicate per la preparazione di pizze e biscotti.

 

 

 

Come utilizzare una pirofila

 

Con le pirofile si possono realizzare tantissimi manicaretti con cui deliziare il palato dei propri commensali, ma per ottenere i migliori risultati di cottura ed evitare spiacevoli incidenti è importante seguire alcuni semplici accorgimenti che spesso vengono dati per scontati.

Cosa cucinare con una pirofila da forno

Le pirofile sono dei contenitori molto versatili che permettono di preparare diverse tipologie di pietanze, quindi non solo lasagne e arrosti ma anche sformati di verdure, pizze, focacce e dolci di ogni tipo. Inoltre, grazie alla loro capacità di distribuire il calore uniformemente su tutta la superficie di cottura si possono impiegare anche per cuocere gli alimenti al cartoccio oppure a bagnomaria.

A incidere sulla scelta, però, è anche la quantità di cibo che si vuole preparare: per il pesce, la carne e la pasta è preferibile utilizzare teglie che abbiano un fondo spesso e bordi abbastanza alti – dai cinque centimetri a salire – in modo da ottenere una cottura più omogenea ed evitare la fuoriuscita di oli e liquidi. Se, invece, dovete preparare biscotti, pizze e patate al forno la scelta migliore sono le versioni con bordi bassi in modo da facilitare la sformatura degli alimenti, senza pericolo di romperli o scottarsi le dita.

Ricordiamo, inoltre, che per evitare che i cibi si attacchino alla superficie del contenitore, rendendone più complicata la pulizia, è buona norma optare per prodotti dotati di un buon rivestimento antiaderente, così da poter preparare pasti più sani e leggeri senza dover ricorrere a quantità eccessive di olio, burro e grassi in fase di cottura.

 

La misura giusta per ogni preparazione

Eccoci, quindi, nella nostra cucina con le pietanze pronte per il forno: a seconda delle porzioni preparate e del numero di persone da servire bisognerà utilizzare una pirofila della giusta capienza. Sebbene in alcune ricette venga indicata anche la dimensione della teglia da usare, in altre sono riportate solo le dosi degli ingredienti, nel qual caso starà a noi capire come adattare le quantità alla grandezza di uno stampo.

In queste eventualità, per individuare la pirofila giusta si dovrà valutare il rapporto diametro/porzioni, tenendo presente che quelle da 18 cm vanno bene per sei persone mentre quelle da 26 cm permettono di preparare fino quattordici porzioni. Nel caso delle teglie rettangolari, la misura da 20 x 16 cm corrisponde a una pirofila rotonda da 18 cm di diametro, mentre quelle da 24 x 19 cm alle più capienti versioni da 26 cm.

Manutenzione e pulizia

Per mantenere inalterate nel tempo le caratteristiche qualitative e di conducibilità termica di una pirofila è importante prestare attenzione anche alla sua manutenzione, e in particolar modo al lavaggio.

Per la pulizia quotidiana si raccomanda di non utilizzare detergenti aggressivi, come sgrassatori o altri prodotti per rimuovere le macchie ostinate: per eliminarle basterà, infatti, lasciare il contenitore in ammollo per qualche minuto in acqua calda e bicarbonato o aceto, in modo da ammorbidire lo sporco e facilitarne la rimozione con il tradizionale detersivo per piatti.

Stesso discorso vale anche per i prodotti che si possono lavare direttamente in lavastoviglie, con l’accortezza però di rispettare le modalità e le temperature di lavaggio raccomandate dal produttore per evitare che i materiali o il rivestimento si rovinino.

 

 

 

Domande Frequenti

 

A cosa serve una pirofila?

Le pirofile sono dei recipienti molto utilizzati in cucina per cuocere in modo uniforme gli alimenti in forno ad alte temperature. Alcune sono anche molto gradevoli dal punto di vista estetico per servire le pietanze direttamente in tavola dopo l’ultimazione della cottura.

Dove buttare la pirofila?

Dipende dal tipo di materiale con cui sono realizzate: quelle in pirex o ceramica non possono essere differenziate insieme al vetro, altrimenti si rischia di compromettere l’intero processo di riciclo. Questi contenitori vanno, quindi, portati all’isola ecologica del proprio comune di residenza o gettati direttamente nel bidone dell’indifferenziato, e lo stesso vale per le versioni in alluminio o metallo.

 

Come pulire una pirofila bruciata?

Qualora la propria pirofila presenti incrostazioni e macchie di bruciato è possibile risolvere il problema affidandosi a due rimedi del tutto naturali e facilmente reperibili nella propria dispensa: il bicarbonato di sodio e l’aceto bianco. Nel primo caso, sarà sufficiente distribuire un cucchiaino di bicarbonato sulla zona da pulire e sfregare la superficie con una spugnetta umida fino alla completa rimozione dello sporco, mentre se si vuole utilizzare l’aceto si consiglia di lasciare la teglia in ammollo per mezz’ora in una bacinella riempita con acqua calda e aceto in parti uguali prima di procedere con il lavaggio tradizionale.

 

Cosa usare al posto della pirofila?

Se non si dispone di una pirofila adatta, in alternativa si può utilizzare uno stampo per torte in silicone oppure delle vaschette usa e getta in alluminio per la conservazione degli alimenti.

 

Come lavare una pirofila in vetro senza rovinarla?

Per pulire una pirofila in vetro senza graffiarla, oltre a ricorrere al trucco dell’ammollo in acqua e aceto (o bicarbonato), si può spalmare sulla superficie una piccola quantità di dentifricio o il succo di un limone, da strofinare delicatamente con una spazzola a setole morbide. Una volta che la teglia risulterà completamente pulita, basterà lavarla con il tradizionale detersivo per piatti e acqua tiepida per renderla di nuovo splendente.

 

Quanto costa una pirofila?

A incidere sul prezzo di una pirofila concorrono diversi fattori, tra cui i materiali, il rivestimento interno, il design e le dimensioni. In genere, si va dalle poche decine di euro per i prodotti più semplici ed essenziali fino a diverse centinaia per i modelli destinati agli utilizzi professionali.

Quanti tipi di pirofile esistono?

In commercio sono disponibili tante tipologie di pirofile realizzate con materiali e forme diverse a seconda della ricetta che si vuole realizzare. I modelli in ceramica o vetro, per esempio, sono i più indicati per le preparazioni che richiedono una cottura lenta a bassa temperatura, mentre le versioni in acciaio e alluminio rappresentano la scelta ideale per chi vuole farne un utilizzo intensivo perché più resistenti alla corrosione e all’usura. È possibile, inoltre, acquistare teglie prive di rivestimenti dannosi per la salute (come il teflon e il bisfenolo A) e quelle in silicone che ben si addicono agli amanti della praticità.

 

 

DEJA UN COMENTARIO

0 COMENTARIOS