Carciofi in padella: la ricetta per prepararli trifolati, saltati o gratinati

Ultimo aggiornamento: 04.12.22

Ricetta carciofi in padella

Tempo di preparazione15 mins
Tempo di cottura20 mins
 
Ingredienti:
  • 6 carciofi
  • 4 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 1 rametto di menta
  • 1 spicchio d'aglio
  • 1 dl di vino bianco secco
  • 1 cucchiaio di origano fresco o secco
  • il succo di ½ limone
  • sale e pepe q.b.
 
Per la versione gratinata:
  • 6 carciofi
  • 60 g di pangrattato
  • 40 g di pecorino grattugiato
  • 4 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • ½ limone
  • 1 spicchio d'aglio
  • 1 ciuffo di prezzemolo
  • sale e pepe q.b.
 

Se volete preparare un contorno semplice e saporito in poco tempo, la nostra ricetta dei carciofi trifolati potrebbe fare al vostro caso. Qui di seguito vi spieghiamo come cucinarli in padella o al forno per un risultato di sicuro successo.

 

L’autunno si avvicina ed è tempo di carciofi, un ortaggio gustoso e versatile che si presta a numerose preparazioni culinarie saporite e ricche di proprietà benefiche. Alla romana, trifolati, in umido, gratinati… si possono preparare in tantissimi modi diversi, tanto è vero che la tradizione gastronomica italiana abbonda di ricette con i carciofi che fanno affidamento sulla qualità degli ingredienti piuttosto che sulla complessità della preparazione.

Ottimi anche come condimento per un appetitoso piatto di pasta, come ripieno per una torta salata o per fare una frittata, si possono servire sia caldi sia freddi e sono perfetti anche per i vegani e i vegetariani.

Oggi scopriamo due versioni “basic” veloci e facilissime da preparare anche per chi non ha molta dimestichezza con i fornelli: i carciofi trifolati in padella e la variante molto sfiziosa dei carciofi al forno gratinati.

 

Carciofi in padella

Per preparare i carciofi trifolati iniziate dalla loro pulizia, rimuovendo le foglie esterne più dure e il gambo. Poi spuntateli, divideteli a metà con l’aiuto di un coltello giapponese molto affilato ed eliminate la barba interna.

Tagliateli a spicchi e immergeteli in acqua acidulata con il succo di limone per una decina di minuti. Nel frattempo, sbucciate e schiacciate lo spicchio d’aglio e fatelo soffriggere in un tegame con l’olio e un rametto di menta.

Non appena si sarà imbiondito, unite i cuori di carciofi e fateli insaporire brevemente a fiamma media, girando spesso. Bagnate con il vino bianco e lasciatelo evaporare completamente, poi abbassate la fiamma, coprite con il coperchio e fate cuocere per circa quindici minuti, mescolando di tanto in tanto e unendo poca acqua calda se fosse necessario.

Una volta cotti, trasferiteli in un piatto da portata e cospargete con l’origano (o del prezzemolo tritato) prima di servire.

Ricetta carciofi gratinati

E dopo avervi spiegato come cucinare i carciofi trifolati, passiamo ora a un’altra ricetta semplice, ma ugualmente ricca di gusto, che vi farà fare un gran bel figurone con i vostri commensali.

Dopo aver eliminato le foglie esterne più dure, tagliate il gambo e le punte. Una volta puliti, strofinate la superficie dei carciofi con mezzo limone per evitare che anneriscano durante la cottura e lessateli in acqua bollente precedentemente salata fino a quando non risulteranno teneri (ci vorranno all’incirca cinque minuti).

Quindi scolateli, fateli intiepidire leggermente e tagliateli a metà. Disponete le fettine di carciofi in una teglia da forno unta con un cucchiaio scarso di olio e cospargete la superficie con la gratinatura che preparerete mescolando in una ciotola pangrattato, prezzemolo tritato, due cucchiai di olio d’oliva extravergine, prezzemolo tritato, sale e pepe.

Infornate a 180° per una ventina di minuti e azionate il grill cinque minuti prima di spegnere il forno per fare in modo che si formi la classica crosticina dorata. Trasferite i carciofi gratinati su un piatto da portata e servite ben caldi guarnendo a piacere con foglioline di origano fresco o prezzemolo tritato.

 

 

DEJA UN COMENTARIO

0 COMENTARIOS