Gli 8 migliori paraschizzi per cucina del 2022

Ultimo aggiornamento: 04.12.22

 

Paraschizzi per cucina– Guida, Opinioni e Confronti

 

Il paraschizzi è un prodotto che ha il compito di proteggere una parte del muro della nostra cucina, in modo tale da garantire una maggiore igiene e praticità durante la pulizia. È quindi difficile trovare una cucina che non ce l’abbia, ma se la vostra è nuova oppure avete intenzione di apportare qualche modifica, cambiando appunto il paraschizzi, siete arrivati nel posto giusto. In questa guida trovate alcuni tra i migliori modelli per cucina sul mercato e dei consigli d’acquisto per conoscere le caratteristiche e le differenze di questi utili prodotti. Al primo posto della nostra classifica, una soluzione da appoggiare dietro i fuochi della cucina e da togliere quando non serve: Zeller 26309 Pannello Decorativo in Vetro, un’opzione caratterizzata da un design che ben si adatta alle cucine moderne. Al secondo posto della nostra classifica Livelynine Carta da Parati In Acciaio Inox Pannelli Retro Cucina, un prodotto versatile, che può essere sfruttato anche per mobili, porte e così via. Il suo costo accessibile è indicato per tutti i budget.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Gli 8 migliori paraschizzi per cucina – Classifica 2022

 

Non è facile scegliere il miglior paraschizzi per cucina, a meno che non abbiate già le idee chiare su cosa cercate. Questo oggetto svolge una doppia funzione, da una parte ha il compito di proteggere il muro dagli schizzi di olio e da residui di cibo, e dall’altra una funzione decorativa, in grado di apportare un tocco di design o di colore in cucina. 

Siamo andati alla ricerca di alcuni tra i migliori paraschizzi per cucina del 2022 per aiutarvi a identificare le verrei tipologie e proposte più interessanti sul mercato. Siete curiosi di sapere quali sono?

Eccoli qui sotto!

 

 

Paraschizzi per cucina in vetro

 

1. Zeller 26309 Pannello Decorativo in Vetro 

 

Un paraschizzi in vetro che svolge diverse funzioni e dona un tocco decorativo alla cucina, grazie al design che lo contraddistingue. Si tratta di una soluzione versatile, ideale per svolgere la funzione di paraschizzi, se posizionato dietro ai fornelli, oppure di tagliere o di accessori per coprire i fornelli o il piano a induzione. 

Per fissarlo al muro basta usare il sistema di chiusura con il velcro, mentre se l’intenzione è quello di usarlo come tagliere, basta fare affidamento ai piedini in silicone che offrono un appoggio saldo. 

La superficie è inodore e insapore, ma anche igienica e facile da pulire. Inoltre resiste fino a 220°C, anche se il produttore sconsiglia di appoggiarlo sui fornelli caldi. Il vetro però è un materiale molto fragile, quindi attenzione a quando lo maneggiate.

È tra i paraschizzi più venduti online, merito anche del suo design caratterizzato da uno sfondo blu e disegni dallo stile retrò. 

 

Pro

Rapporto qualità/prezzo: Un bel paraschizzi in vetro temperato, pratico e versatile, che misura 56 x 50 x 2 cm ed è caratterizzato da un costo vantaggioso.

Design: Un bello sfondo blu con dei disegni che richiamano tipici oggetti che troviamo in cucina realizzati a effetto gesso, ideale per qualsiasi tipo di ambiente, da quelli moderni ai vintage. 

Igienico: La superficie è facile da pulire e garantisce la massima igiene. Può essere anche utilizzato per coprire i fornelli o come tagliere, grazie ai piedini in silicone di cui è dotato.

 

Contro

Fragile: Purtroppo il vetro è un materiale delicato e per questo il paraschizzi deve essere maneggiato con cura. Assicuratevi di fissare per bene il velcro al muro. 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Paraschizzi per cucina adesivo

 

2. Livelynine Carta da Parati In Acciaio Inox Pannelli Retro Cucina

 

Tra i prodotti più venduti, inseriamo questo paraschizzi da cucina di Livelynine, un rotolo che misura 40 x 200 cm, autoadesivo, realizzato in PVC e quindi molto facile da lavare. Questo prodotto è impermeabile, a prova di sostanze come l’olio e si può rimuovere senza lasciare alcun residuo sul muro sul quale è stato applicato.

Nella parte posteriore sono presenti delle linee che danno un’indicazione su come ritagliare il foglio. C’è da notare che questo paraschizzi è in realtà un prodotto versatile, che può essere applicato anche come carta da parati, per i mobili, per le porte e così via, in modo da rinnovare con una piccola spesa la propria casa.

Per questo prodotto, come per altri simili, è opportuno prestare attenzione all’applicazione, così da non permettere alle bolle di crearsi; un paraschizzi a prezzi bassi, che potete trovare al link in fondo, se non sapete dove acquistare per risparmiare. 

 

Pro

In PVC: Questo rotolo è realizzato in un materiale resistente a sostanze come l’olio e facile da lavare, quindi ideale proprio per la cucina.

Versatile: Date le sue caratteristiche potrete usarlo anche in bagno, per le porte o i mobili, in modo da rimodernare la casa senza spendere troppo.

Costo: Rientra tra le offerte da cogliere al volo, visto che si tratta di un rotolo 40 x 200 cm, di dimensioni abbondanti.

 

Contro

Applicazione: Quando dovete posizionarlo sul muro, dovrete prestare attenzione a non far creare delle bolle. 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Paraschizzi per cucina pieghevole

 

3. Wuciray Paraschizzi Cucina Pieghevole

 

Una buona soluzione, per chi non gradisce un elemento fisso, è il paraschizzi per cucina pieghevole di Wuciray, realizzato in lamiera zincata, un materiale che assicura resistenza nel tempo. Grazie alla protezione dei bordi, di colore nero, non rischierete di tagliarvi quando lo aprite.

Le dimensioni ridotte ne fanno un modello utile anche in una piccola cucina, ancora di più se pensiamo che si può facilmente piegare. La sua composizione non protegge solo i muri dagli eventuali schizzi, mentre si cucina, ma anche dall’eccesso di calore, che in questo modo no va a rovinare ciò che circonda.

Questo fattore ne fa un oggetto utile anche all’esterno, come tavolino da appoggio. Il costo non è basso, ma il difetto che possiamo riscontrare sta nel fatto che non rimanga sempre fermo quando lo si posiziona.

 

Pro

Pieghevole: Il suo vantaggio sta proprio nell’essere portatile e nel poter essere rimosso quando non serve più.

Materiale: Quello di cui si compone è la lamiera zincata, che protegge dagli schizzi e dal calore eccessivo.

Bordi: Rivestiti in materiale nero, impediscono alle vostre mani di tagliarsi quando aprite il paraschizzi.

 

Contro

Non sta fermo: Quando lo si posiziona, non resta immobile ma può spostarsi, creando così qualche fastidio.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Paraschizzi per cucina

 

4. Profesticker Piastrelle Adesivi Muro 3D Mattonelle Sticker Auto Adesivo

 

Un kit che include sei piastrelle adesive, caratterizzate da una fantasia a mosaici, ideale per adattarsi a diversi ambienti di casa. È un paraschizzi perfetto in cucine dallo stile moderno e minimal, ma anche in bagno potrebbe dare il giusto effetto. 

I mosaici sono molto utilizzati e amati; questi sono bianchi e neri e sono tra i più neutri di questa tipologia. Un punto a favore è l’installazione rispetto ad altri tipi di adesivi, con i quali serve più pazienza e anche esperienza. 

In questo caso no: basta togliere la pellicola e far aderire la piastrella adesiva dove serve, davvero molto semplice. Inoltre si può fissare a qualsiasi tipo di superficie, assicurandosi prima di averla pulita e sgrassata a dovere. 

Non è forse il prodotto più economico, soprattutto se l’intenzione è quella di ricoprire un’area ampia con queste piastrelle. Se però vi accontentate di circa mezzo metro quadrato o di un metro quadrato di spazio, la soluzione diventa più accessibile.

 

Pro

Applicazione: Il kit include sei piastrelle paraschizzi per cucina adesive e facilissime da far aderire. Basta togliere la patina adesiva e fissarle al muro in qualunque ambiente della casa.

Versatilità: Le piastrelle aderiscono a qualsiasi tipo di superficie, si possono usare in cucina come paraschizzi o in bagno per un effetto decorativo. 

Facili da pulire: Le piastrelle 3D misurano ciascuna 30,48 cm x 30,48 cm, sono facili da pulire sono inoltre resistenti al calore e all’umidità. 

 

Contro

Costo: Il set di piastrelle riesce a coprire un’area di circa 0,55 mq, e se l’intenzione è quella di occupare tutta la striscia di muro dietro ai pensili della cucina, la spesa potrebbe diventare un più sostanziosa.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Paraschizzi per cucina in acciaio

 

5. Compactor Piastra in acciaio

 

Quella di Compactor è una piastra magnetica paraschizzi, utile anche per chi ha bisogno di avere a portata di mano elementi come ricette o anche appendere panni e utensili da cucina, se gli si abbinano gli accessori.

Grazie all’acciaio che lo compone, questo prodotto è di facile pulizia, quindi vi basterà passarci sopra una spugnetta. Si installa senza problemi con colla o nastro biadesivo, che però non sono inclusi nella confezione.

Lo spessore è pari a 0,6 mm e le dimensioni totali sono 50 x 60 cm, per cui andrà bene in ogni tipo di cucina. Potrete tuttavia sceglierne uno un po’ più piccolo, se avete questa necessità.

Il costo non è dei più bassi, tuttavia gli utenti lamentano che il prodotto arriva a casa con un angolo piegato. 

 

Pro

Magnetica: Realizzato in acciaio, questo paraschizzi ha una base magnetica, per cui potrete attaccarci quello che desiderate.

Pulizia: Facile da lavare, richiede solo una spugnetta e un po’ di acqua e sapone, quindi nessuna fatica.

 

Contro

Angolo piegato: Questo fattore non piace agli utenti che lo hanno ricevuto, in quanto ne rovina l’estetica. 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Paraschizzi per cucina mosaico

 

6. Topmail 24 Pezzi Adesivi per Piastrelle Wall Stickers

 

Se amate la fantasia a mosaico e cercate una soluzione versatile per rivestire muri e altre superfici piatte della vostra casetta, questa proposta potrebbe fare al caso vostro. È un set che include 24 piastrelle adesive da usare come paraschizzi e non solo. 

Il prodotto è realizzato in PVC resistente e impermeabile, è facile da far aderire e da pulire. I pezzi misurano 20 cm x 20 cm e sono già divisi singolarmente, per cui non c’è alcun bisogno di tagliare o di usare la colla. 

Se però avete bisogno di rivestire tutta la parete della cucina, una confezione non è abbastanza.  Inoltre, sono muniti di una pellicola esterna protettiva che è possibile rimuovere. Si adattano a diversi ambienti della casa e sono ottimi anche come rivestimento per mobili rovinati. 

Chi le ha scelte si conferma più che soddisfatto dell’acquisto, come si evince dai numerosi pareri positivi che ha raccolto questo prodotto. 

 

Pro

Materiali: Questo paraschizzi è realizzato in PVC adesivo impermeabile che resiste a graffi e olio, ed è facilissimo da pulire. 

Applicazione: Gli adesivi sono ritagliati singolarmente e pronti per essere attaccati dove serve. La pellicola protettiva, inoltre, può essere rimossa dopo l’applicazione. 

Versatilità: Il design e i colori rendono questo prodotto adatti al rivestimento di qualsiasi superficie piatta, non solo come paraschizzi per la cucina, ma anche per ricoprire mobili, il box doccia o creare una decorazione in bagno. 

 

Contro

Copertura: La confezione contiene 24 piastrelle adesive che misurano 20 cm x 20 cm ciascuna, quindi sono ideali per ricoprire uno spazio limitato. 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Paraschizzi per padelle

 

7. Philonext Paraspruzzi in Acciaio Inox per Padelle con Manico

 

Un ottimo paraschizzi per padelle, caratterizzato da un design che punta alla praticità e dimensioni che lo rendono versatile. Infatti, grazie ai suoi 33 cm di diametro, può essere utilizzato per padelle e pentole di qualsiasi dimensione, mentre la forma è studiata per favorire il minimo ingombro in cucina. 

Quando non serve, il manico può essere comodamente ripiegato per riporlo nel cassetto, oppure appenderlo al muro con il resto degli utensili. Realizzato in solido acciaio inox, non rischia di arrugginire ed è dotato di una protezione antispruzzo sicura ed efficace. 

Il manico è rivestito con materiale atermico e quindi non si corre il rischio di scottarsi quando si maneggia. Infine, facendo una comparazione tra i paraschizzi di varie tipologie sul mercato, questo prodotto ci ha colpito per il suo ottimo rapporto qualità/prezzo, e quindi meritava un posto nella nostra classifica anche per questo. 

 

Pro

Dimensioni: Il diametro di questo paraschizzi è di ben 33 cm e questo dettaglio lo rende ideale per ogni genere di pentole e padelline. 

Materiali: Il prodotto è realizzato interamente in acciaio inox, è solido e resistente, con una protezione antispruzzo che non arrugginisce. 

Design: La forma e la struttura sono studiate per assicurare praticità e maneggevolezza. Leggero e versatile, offre la possibilità di piegare il manico per il minimo ingombro.

 

Contro

Muro: È un paraschizzi per padelle e non per il muro, quindi se la vostra intenzione è quella di proteggere la parete consigliamo di dare un’occhiata alle nostre altre proposte. 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Paraschizzi per cucina bianca

 

8. CREARREDA Pannello paraschizzi Cucina Adesivo da Parete Marmo

 

Crearreda mette a disposizione molte fantasie e colori, sui quali potrete contare per scegliere il giusto paraschizzi. I materiali del quale sono costituiti resistono al calore, allo sporco e all’acqua, inoltre sono facili da lavare; sono sostenibili e anallergici.

Si applica al muro e può essere rimosso senza lasciare residui e quindi senza rovinare le pareti di casa. Meglio farlo su superfici lisce o con piastrelle, in modo da evitare anche la presenza di bolle.

Ci sono anche varie dimensioni tra le quali scegliere il modello adatto, dal 180 x 45 cm al 260 x 60 cm, in base alle misure della parete o dello spazio da rivestire. Potrete anche tagliarlo con le forbici, di conseguenza adattarlo, se non trovate quello giusto.

Il costo è però molto più alto di altri in commercio, cosa che fa desistere dall’acquisto se non si ha un budget adeguato.

 

Pro

Colori e dimensioni: Potrete scegliere tra varie opzioni, così da accontentare il vostro gusto estetico.

Materiale: Anallergico e sostenibile, si lava con facilità e resiste agli schizzi di olio e acqua e al calore.

Sezionabile: Potrete tagliarlo con le forbici se non riuscite a reperire una misura consona per la vostra parete.

 

Contro

Costo: Si tratta di uno dei modelli più cari in commercio, per cui non indicato per i piccoli budget.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Guida per comprare un buon paraschizzi per cucina 

 

Il mercato è ricco di proposte e potrebbe rivelarsi un po’ difficile capire quale paraschizzi per cucina comprare. La nostra classifica ha il compito di elencare alcune tra le migliori proposte sul mercato, ma è altrettanto importante tenere in considerazione le caratteristiche generali di questo genere di prodotti.

Ce ne sono infatti di diversa tipologia e ognuna ha dei vantaggi e degli svantaggi. È necessario valutare anche il design dell’ambiente, in maniera tale da inserire un’utile aggiunta, però in grado di mantenere lo stile già presente. È importante anche fare le dovute considerazioni sul budget a disposizione e sulle dimensioni del paraschizzi che serve in cucina.

Ovviamente la decisione finale spetta a voi, e qui sotto trovate le informazioni utili per fare la scelta giusta.

Ecco, dunque, la nostra guida per aiutarvi a capire come scegliere un buon paraschizzi da cucina. 

Le caratteristiche più importanti 

Il paraschizzi ha il compito di proteggere la parete dietro ai fornelli, che spesso si sporca proprio a causa degli schizzi di olio e dei residui di cibo. È quindi essenziale valutare con attenzione di quale materiale è costituito, dalle classiche piastrelle ai pannelli rigidi, gli adesivi o la più costosa resina. 

La scelta può variare in base al budget a disposizione, alle proprie necessità e al design. Non a tutti piacciono i pannelli o rivestire la sola zona dietro al piano cottura, sono infatti moltissime le persone che optano per paraschizzi adesivi che ricoprono tutta una parete. 

L’occhio vuole la sua parte, quindi il design è molto importante per qualcuno, anche se il paraschizzi deve svolgere bene il suo lavoro quindi, tra le caratteristiche da valutare, troviamo la praticità di utilizzo e l’igiene. Il paraschizzi deve essere infatti facile da pulire, e possibilmente impermeabile e resistente ai graffi.

I rivestimenti dovrebbero essere lisci, in modo tale da evitare residui di cibo incrostati. Ci sono poi dei modelli progettati per la massima versatilità, come i pannelli che si appoggiano semplicemente alla parete dietro ai fornelli e possono essere rimossi quando non servono, trasformandosi, in alcuni casi, in comodi taglieri. 

 

Le tipologie di paraschizzi 

I paraschizzi si suddividono a seconda dei materiali di cui sono costituiti ma anche in termini di dimensioni. Quelli standard hanno un’altezza di circa 60 cm e sono i classici pannelli di cui abbiamo parlato qui sopra. Ci sono poi le piastrelle, che in media misurano solitamente 20 cm x 20 cm, ma si trovano numerose alternative molto più grandi. 

Ci sono poi i modelli che rivestono tutta la parete e che hanno una scopo anche decorativo.

Passiamo ai materiali, da scegliere con cura se si ha intenzione di puntare alla qualità e alla durata.

Le piastrelle in gres o in ceramica sono ancora molto utilizzate, grazie alla vasta gamma di proposte e dimensioni, che si adattano a qualsiasi contesto. La loro posa richiede però l’aiuto di un professionista, a meno che in casa non ci sia qualcuno in grado di fissarle al muro nel modo corretto. Inoltre il loro costo non è sempre economico.

I pannelli sono un’altra tipologia di paraschizzi e sono generalmente realizzati in inox o sono di vetro. Quest’ultimo è molto più delicato e fragile rispetto al primo, e quindi necessita di un’attenzione maggiore quando viene maneggiato. 

Un’altra tipologia di paraschizzi, che anche la più costosa, è la resina, che offre elevata sicurezza grazie alle sue proprietà naturalmente antibatteriche, ed è anche la più richiesta per chi ama il design minimal, moderno oppure industrial. 

L’applicazione degli adesivi: attenzione alle dimensioni 

Per la maggiore vanno i paraschizzi adesivi, che possono avere un’applicazione più o meno facile a seconda della tipologia. Ci sono infatti le stampe fotografiche adesive, che sono quasi sempre ideate per rivestire pareti di dimensioni maggiori rispetto ai pannelli. 

Se quindi optate per questo genere di paraschizzi fate molta attenzione attenzione durante l’applicazione e se ne avete bisogno fatevi aiutare. Rispetto alle piastrelle che vengono già vendute singolarmente, le stampe devono quasi sempre essere tagliate, a meno che troviate la misura esatta che vi serve. 

Seguite le istruzioni passo dopo passo e, se ne avete bisogno, affidatevi ai numerosi tutorial online. È importante che l’adesivo aderisca per bene alla superficie sulla quale viene fissato, in modo tale da evitare che l’umidità di cucina o del bagno possano staccarlo. 

 

 

 

Come abbinare il paraschizzi alla cucina

 

Lo scopo principale del paraschizzi è quello di proteggere il retro dei fornelli da eventuali schizzi di olio, grasso e alimenti che possono sporcare e incrostarsi alla parete. Oltre al suo impiego principale, questo accessorio ha anche una valenza decorativa da non sottovalutare, soprattutto se l’intenzione è quella di optare per un modello di dimensioni importanti.

La grande varietà di materiali, forme e design, ha reso i paraschizzi adesivi tra i più gettonati per chi desidera apportare cambiamenti di look alla propria cucina. Ci sono davvero tantissime possibilità di abbinamento e basta davvero poco per apportare modifiche alla cucina e non solo. 

Ci sono infatti dei modelli adesivi che si adattano perfettamente anche ai bagni, oppure da poter utilizzare per il box doccia o per rivestire mobili rovinati.

Ecco come si abbinano.

Cucina elegante o minimal?

Se la vostra cucina ha uno stile moderno, avete a disposizione un’ampia scelta di materiali e di paraschizzi da poter utilizzare. Dalle piastrelle in grès all’inox, il vetro e la resina, sono tutti modelli che potenzialmente potrebbero andare bene per la vostra cucina. 

Attenzione ovviamente ai colori, e le fantasie. Se quindi l’ambiente è particolarmente sobrio e ci sono colori neutri, potete osare con decori geometrici o comunque dallo stile contemporaneo. Anche le stampe fotografiche sono un’ottima combinazione per le cucine moderne, soprattutto se l’ambiente è completamente bianco. 

Al contrario, se la cucina è rustica, optate per piastrelle in ceramica o paraschizzi di vetro magari con decori vintage. Se quindi il vostro ambiente tende allo stile classico o retrò, consigliamo di optare per un paraschizzi di questo genere, senza azzardare con i pannelli di metallo, per esempio, che rischiano di stonare e di rovinare l’atmosfera vintage della cucina.

 

I due look di ultima tendenza 

Le ultime tendenze di design nelle cucine Made in Italy si può dividere in due categorie;

da una parte si tende a mimetizzare il paraschizzi, senza quindi che possa essere notato all’interno dell’ambiente. Dall’altra parte invece c’è chi preferisce un design d’effetto, che al contrario venga subito notato in cucina.

Tra i materiali più interessanti da questo punto di vista troviamo il grès, disponibile in diverse varianti, per rispondere un po’ a tutte le esigenze. L’importante è scegliere un modello che si abbini nel modo corretto al resto dell’ambiente, in modo da completarlo e da non diventare un elemento di disturbo da un punto di vista estetico. 

La vernice smaltata: un’altra opzione 

Se le coperture e i rivestimenti non sono pane per i vostri denti e preferite tenere le superfici lisce e magari colorate, al posto del paraschizzi potete usare la vernice smaltata. Ci sono anche le pitture a lavagna, molto interessanti soprattutto in cucina, per scrivere la lista di ciò che manca in casa. 

 

 

 

Domande frequenti

 

Come si pulisce un paraschizzi?

La tecnica di pulizia varia a seconda del materiale di cui è costituito questo utile componente della cucina. Se è di metallo probabilmente tenderà a depositare grasso e impronte, e per questa ragione è necessario pulirlo dopo che si cucina, usando un panno con detergente neutro o dell’olio d’oliva. 

Importante la fase del risciacquo e l’asciugatura, che deve avvenire con un panno di cotone o di microfibra. Se avete intenzione di creare una protezione naturale per il vostro paraschizzi, potete passare della cera d’api, facendo attenzione a non esagerare con la quantità. 

Il vetro, al pari del PVC, sono molto semplici da pulire: basta un panno inumidito con acqua, ma se ci fosse del grasso allora sarà necessario uno sgrassatore o, nel caso del vetro, un detergente specifico.

Anche le piastrelle in ceramica e in gres sono molto semplici da pulire: basta stare attenti alle fughe, che a lungo andare possono perdere il loro classico colore bianco. 

Come si applicano i paraschizzi adesivi?

L’applicazione dei paraschizzi adesivi varia in base alla loro tipologia. Le stampe fotografiche sono quelle più complicate da applicare alle pareti o alle piastrelle in ceramica già esistenti nella funzione di paraschizzi. Questi utili prodotti permettono di dare un cambiamento di look in cucina a basso costo, ma se le dimensioni sono grandi allora il fissaggio potrebbe richiedere un po’ di pazienza.

La prima cosa consiste nell’assicurare che la superficie, sulla quale abbiamo deciso di applicare l’adesivo, sia completamente pulita e asciutta. Non ci devono essere residui oleosi o di grasso, altrimenti correte il rischio che si stacchi prematuramente. 

Togliete la pellicola che protegge lo strato adesivo pian piano, andando a seguire la parete da rivestire. In base alla grandezza dell’adesivo, potrebbe essere necessario l’aiuto di un componente della famiglia o di un amico. 

 

Come si rimuovono i paraschizzi adesivi?

La maggioranza dei paraschizzi adesivi possono essere rimossi senza lasciare alcuna traccia e questo significa che è possibile cambiarli molto di frequente. Il metodo migliore per rimuoverli consiste nel procedere con cautela evitando di strappare il PVC dal muro. 

Per aiutare la colla ad ammorbidirsi, munitevi di un asciugacapelli e scaldate delicatamente l’adesivo, fino a quando non percepite che si sta per staccare; continuate così fino alla fine. Se avete fissato il paraschizzi da poche ore e avete cambiato idea su dove lo volete, provate a staccarlo e a posizionare l’adesivo da un’altra parte. 

 

 

 

DEJA UN COMENTARIO

0 COMENTARIOS