Gli 8 migliori lunch box del 2022

Ultimo aggiornamento: 26.09.22

 

Lunch box – Guida, Opinioni e Confronti

 

Sono sempre di più le persone che portano il pranzo al lavoro: per trasportarlo e conservarlo nella maniera ideale, si possono utilizzare i lunch box, che da qualche tempo a questa parte sono molto in voga anche nel nostro paese. Il loro principale vantaggio è quello di fornire uno spazio per inserire tutto ciò che serve per pranzare fuori casa, in modo ordinato e soprattutto organizzato. Siamo andati alla ricerca di alcuni tra i lunch box migliori in commercio, ma se non avete il tempo di leggere, ecco due piccole anticipazioni. Al primo posto della nostra classifica Tatay Urban Food Stars Borsa Termica Porta Alimenti, bella e leggera, che al suo interno contiene quattro contenitori ermetici. Invece, al secondo posto Umami® Premium Bento Lunch Box con Vaschetta Condimento, dotato di divisori interni mobili e rimovibili all’occorrenza.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Gli 8 migliori lunch box – Classifica 2022

 

Non è facile trovare il migliore lunch box in commercio, è infatti necessario tenere in considerazione materiali, forma e dimensioni, perché un portavivande svolge anche la funzione di trasportare, e non solo contenere, le vivande. È quindi importante trasportare gli alimenti con sicurezza, per non rischiare di ritrovarli rovesciati nella borsa. 

Inoltre, i numerosi modelli in commercio rendono difficile individuare subito il modello perfetto, ed ecco che la varietà di proposte potrebbe causare non poca confusione. Siamo andati alla ricerca dei portavivande in commercio: di seguito trovate alcuni tra i migliori lunch box del 2022. 

 

 

Lunch box termico

 

1. Tatay Urban Food Stars Borsa Termica Porta Alimenti

 

Tra i lunch box più venduti online, abbiamo trovato questo bel prodotto, realizzato in Spagna dal brand Tatay. È un portavivande che si ispira al modello giapponese, con un occhio di riguardo per il design, aggiungendo colore e dettagli per rendere la forma più funzionale. 

Il lunch box è in questo caso una bella borsa, comoda da trasportare grazie alla presenza di una tracolla e che al suo interno contiene quattro contenitori su misura, per inserire pietanze calde o fredde, solide o liquide.

I due contenitori standard hanno una capienza da 0,5 L, mentre le due ciotole sono da 0,2 L e caratterizzate da una chiusura a vite. I contenitori sono tutti di plastica adatta all’uso alimentare, lavabile comodamente in lavastoviglie. La borsa invece è impermeabile e può essere lavata in lavatrice. Il manico, la tasca esterna e la rete interna completano il design.

Per acquistare questo bel lunch box termico online a prezzi vantaggiosi, cliccate sul link che trovate di seguito. 

 

Pro

Qualità/prezzo: Un lunch box che spicca per il suo costo vantaggioso e accessibile a tutte le tasche. Disponibile in diverse varianti di colore, è piccola e salvaspazio, comoda da trasportare.

Materiali: Il portavivande è dotato di un interno isolante e di un rivestimento esterno resistente e impermeabile. Contiene ben quattro contenitori realizzati in plastica priva di BPA.

Design: Una borsa leggera e pratica da usare grazie al manico di cui è dotata e della sua tracolla, per una maggiore libertà di movimento durante l’utilizzo. 

 

Contro

Pulizia: I contenitori possono macchiarsi con facilità, quindi consigliamo di pulirli accuratamente dopo ogni utilizzo.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Lunch box Umami

 

2. Umami® Premium Bento Lunch Box con Vaschetta 

 

Questo lunch box, firmato Umami, spicca per il suo design ergonomico e compatto, ideale per un trasporto pratico del pranzo. È un portavivande ideato per contenere in maniera sicura alimenti e condimenti, ed è tra i set più ricchi di accessori in commercio. 

È infatti composto da due scomparti con capacità di 600 ml ciascuno e due coperchi in silicone che li completano: ci sono inoltre due divisori mobili e rimovibili, un coperchio in bambù e tre posate. Il lunch box ha anche uno spazio portaposate e un piccolo contenitore per salse o condimenti. 

Per chiuderlo in totale sicurezza un fascia elastica che lo avvolge, da usare anche come manico per il trasporto. Non è ideato per alimenti caldi o per mantenere il calore, ed è realizzato in polipropilene privo di BPA.

Benché non sia il modello più economico sul mercato, ha riscosso un grande successo nelle vendite, merito del suo design e di tutti gli elementi che contiene e che lo rendono tra i set più completi in commercio.

 

Pro

Design: Il tipico portavivande dallo stile giapponese, semplice e pratico, ma ricco di accessori per il pasto fuori casa. È realizzato in polipropilene adatto a uso alimentare e privo di BPA, ed è dotato di una fascia per tenerlo chiuso, da usare anche come manico. 

Set: Il lunch box è composto da due fascette ermetiche, divisori rimovibili, posate, porta posate e un piccolo contenitore per inserire salse o condimenti.

Chiusura: Una valvola in silicone garantisce la schiudere ermetica ed è quindi necessario tirarla per evitare che il contenuto delle vaschette possa uscire. 

 

Contro

Mantenimento a caldo: Benché sia tra i più venduti, non è un lunch box ideato per inserire pietanze calde, ma solo per contenere e trasportare i cibi prima di essere consumati. 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Lunch box elettrico

 

3. Travelismo Scaldavivande Elettrico 2 in 1 per Auto/Camion 

 

Facendo una comparazione tra i portavivande elettrici in commercio, questo modello ha attirato la nostra attenzione grazie al suo buon rapporto qualità/prezzo. Compatto ed efficiente, è un lunch box dotato di un doppio voltaggio, e che quindi può essere utilizzato con una presa da 12V, come quelle che si trovano nelle auto, per intenderci, e anche la classica da 220V. 

Versatile e facile da usare, scalda le vivande molto velocemente e per azionarlo basta appunto la presa di corrente.  Il lunch box è composto da due contenitori, uno più grande e l’altro piccolo, ed è inoltre provvisto di un vano per inserire le posate in modo ordinato. 

I contenitori possono essere comodamente lavati in lavastoviglie, mentre per facilitare il trasporto il portavivande è provvisto di un bel manico. Per acquistare questo lunch box elettrico online, cliccate sul link che trovate di seguito.

 

Pro

Versatile: Uno scaldavivande caratterizzato dalla presenza di una presa doppia, che permette di usarlo a 12V o a 220V. Si scalda velocemente ed è caratterizzato da dimensioni compatte.

Facile da usare: L’apparecchio è molto semplice da usare, basta inserire la presa e attendere qualche minuto per far scaldare gli alimenti.

Doppio scomparto: Il portavivande è munito di uno scomparto in acciaio inox rimovibile e di un secondo contenitore. Inoltre, è dotato di un vano per inserire le posate.

 

Contro

Elettricità: Per farlo funzionare serve necessariamente una presa elettrica, in caso contrario non è possibile scaldare le vivande. 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Lunch box Guzzini

 

4. Guzzini Store On The Go Set Lunch Box con Posate

 

Tra le tante soluzioni a prezzi bassi offerte dalla rete spicca anche il lunch box Guzzini On The Go, che ha ricevuto numerosi pareri positivi da parte degli acquirenti per il design moderno e funzionale.

Disponibile in tre diverse colorazioni, presenta dimensioni complessive di 20 x 12 x 10 cm che permettono di riporlo in una piccola borsa o nello zaino senza causare eccessivi problemi di ingombro, potendo contare su un pratico portaposate con coltello, cucchiaio, forchetta e fascetta in tessuto elastico per ancorarlo saldamente al contenitore ed evitare che si perda durante gli spostamenti.

Interamente realizzato in polipropilene, si è dimostrato molto robusto e resistente per sopportare anche le sollecitazione più intense senza subire danni, mentre il rivestimento interno in Thermo Poli Rock garantisce un buon isolamento termico, riuscendo a mantenere inalterata la temperatura dei solidi e dei liquidi più a lungo. Molto apprezzata anche la presenza di un recipiente interno rimovibile per conservare separatamente gli alimenti ed evitare che si mescolino durante il trasporto.

 

Pro

Portabilità: Il brand italiano Guzzini propone un lunch box compatto e leggero che può tornare utile a quanti si stanno chiedendo dove acquistare un porta-pranzo pratico da trasportare, ma che sia al contempo anche abbastanza capiente.

Resistente: Nonostante il costo in linea con la media di mercato, sia il contenitore sia le posate in acciaio inox incluse nella dotazione hanno dimostrato una notevole resistenza all’usura e al deterioramento.

Isolamento termico: Il rivestimento interno in Thermo Poli Rock è in grado di mantenere la temperatura costante per parecchio tempo, così anche in caso di contrattempi il cibo non si raffredderà.

 

Contro

Pulizia: A seguito di ripetuti lavaggi in lavastoviglie la parte superiore del coperchio tende a sbiadire, anche se questo non pregiudica in alcun modo l’utilizzo del portavivande.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Lunch box bento

 

5. Bugucat Lunch Box Bento 1400ML Con 3 Contenitori Ermetici e 1 Divisorio

 

Uno dei principali punti di forza del lunch box bento proposto da Bugucat è la possibilità di poter consumare un pasto sempre caldo in ogni momento della giornata.

Oltre a un’efficiente chiusura ermetica in grado di mantenere la temperatura interna costante per più di quattro ore consecutive, offre in dotazione tre contenitori di diverse dimensioni che permettono di dividere le pietanze da consumare fuori casa, senza pericolo che i cibi o gli odori si mescolino tra loro durante gli spostamenti.

Sotto il coperchio troviamo un ulteriore vano con divisorio centrale per le posate (incluse nella fornitura) utilizzabile anche come supporto per il cellulare, mentre la realizzazione con materiali ecologici privi di sostanze potenzialmente nocive per la salute permette di inserire i contenitori direttamente nel microonde per riscaldare le pietanze e in lavastoviglie per rendere più pratiche le operazioni di pulizia.

Nonostante si tratti di un modello abbastanza ingombrante e poco pratico da trasportare, rimane un portavivande di ottima qualità e ben organizzato, che merita di essere preso in considerazione da chi cerca una soluzione capiente, robusta e durevole, spendendo il giusto.

 

Pro

Robusto: La realizzazione in polipropilene conferisce robustezza e solidità a questo lunch box bento, che può essere inserito direttamente nel microonde e in lavastoviglie senza pericolo che si danneggi.

Suddivisione: L’organizzazione dello spazio interno appare ottimale perché nel vano superiore sono collocate le posate, mentre nei tre contenitori separati è possibile riporre fino a tre portate diverse.

Rapporto qualità/prezzo: Il costo è in linea con la qualità complessiva, quindi lo consigliamo a chi è alla ricerca di un buon portavivande che duri a lungo e da non sostituire dopo poco tempo a causa di materiali scadenti.

 

Contro

Ingombrante: Le dimensioni generose lo rendono uno dei più ingombranti in circolazione e, quindi, meno agevole da trasportare.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Lunch box bambù

 

6. Navaris Bento Box Porta Pranzo – Lunch Box 2X Scomparti Posate e Coperchio in bambù

 

Il prossimo modello che vi proponiamo è il lunch box in bambù Navaris Bento, ideale per chi non vuole limitare il pasto da consumare in ufficio o fuori casa a una sola portata.

Nella dotazione sono inclusi anche un set di posate in plastica e una fascia elastica che, oltre a mantenere i due recipienti uniti, impedisce al cibo e ai liquidi di fuoriuscire durante il trasporto, che risulta pratico e agevole grazie alle dimensioni compatte e al peso contenuto di soli 365 grammi.

Per quanto riguarda la capienza, questo lunch box presenta una capacità complessiva di 1.200 ml suddivisa tra due contenitori in polipropilene e silicone, adatti ai lavaggi in lavastoviglie e inseribili anche nel forno a microonde per restituire una praticità di utilizzo che non ha eguali.

A nostro avviso, il prezzo risulta conveniente in rapporto a quanto offerto, quindi se siete alla ricerca di un portavivande di qualità senza dover spendere una fortuna, vi consigliamo di considerare questa soluzione.

 

Pro

Praticità: Solido e resistente, il lunch box in bambù Navaris Bento risulta adatto ai lavaggi in lavastoviglie e può essere inserito anche nel forno a microonde per renderne l’utilizzo più pratico e funzionale.

Organizzazione: Nonostante le dimensioni contenute permette di portare con sé una discreta quantità di cibo, mantenendo separate le pietanze grazie ai due contenitori in polipropilene e silicone dalla capienza di 600 litri ciascuno.

Coperchi: Realizzati in bambù, rimangono ben sigillati anche in caso di sballottamenti e forti sollecitazioni grazie alla clip di chiusura frontale e all’elastico fornito in dotazione che ne impedisce l’apertura.

 

Contro

Posate: Quelle incluse nella fornitura risultano troppo piccole per le mani di un adulto e si sono rivelate anche abbastanza fragili a causa della struttura realizzata in plastica a uso alimentare.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Lunch box design

 

7. Atthys® – Lunch Box Nero Opaco Design Giapponese

 

Chi punta all’estetica, oltre che alla praticità, troverà sicuramente interessante questo lunch box di design a marchio Atthys, che può contenere fino a quattro pietanze differenti, offrendo in dotazione anche un contenitore più piccolo per salse e condimenti.

I due box di cui si compone sono provvisti di un comodo divisorio centrale per impedire che i vari alimenti si mescolino tra loro durante il trasporto, potendo contare anche su un pratico tasto per il rilascio dell’aria che permette di aprire i contenitori in totale sicurezza, senza pericolo che la pressione generata all’interno giochi brutti scherzi.

La guarnizione in silicone assicura una chiusura a tenuta stagna che riduce al minimo il rischio di perdite e mantiene gli alimenti caldi per molto tempo, mentre le posate sono fissate a un supporto posizionato sotto il coperchio per averle sempre a portata di mano.

Completano il quadro una robusta cinghia elastica che impedisce l’apertura accidentale dei contenitori durante il trasporto e una pratica borsa in tessuto per una facile portabilità.

 

Pro

Accessoriato: Il lunch box Atthys si compone di due contenitori con divisori centrali per separare gli alimenti, un recipiente più piccolo per salse e condimenti, tre posate e una cinghia elastica per mantenere il set da pranzo in perfetto ordine.

Funzionale: I tappi di aerazione, oltre a ridurre la pressione all’apertura dei coperchi, impediscono l’accumulo di vapore all’interno dei box per evitare che le pietanze diventino molli, troppo secche o perdano di sapore.

Trasportabilità: Le dimensioni contenute e il peso di soli 458 grammi ne fanno un oggetto estremamente comodo da trasportare.

 

Contro

Capacità: Dal momento che i due contenitori non sono molto capienti, lo consigliamo a chi è solito portare con sé porzioni non troppo abbondanti di cibo.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Lunch box per microonde

 

8. PuTwo Scatola Pranzo 2 Contenitore Separato Lunch Box

 

Un nuovo lunch box caratterizzato da dimensioni compatte e un design funzionale, che permette di trasportare il pranzo senza ingombro. Il portavivande si compone di due contenitori delle stesse dimensioni, entrambi dotati di coperchi con chiusura ermetica in silicone. 

A completare il tutto, un set di tre posate con vano dove inserirle e una fascetta in tessuto. Semplice, compatto e molto utile, ma soprattutto versatile, perché il box si può lavare in lavastoviglie oppure a mano, e inserire nel congelatore, nel forno o nel frigorifero, a seconda delle esigenze. 

Realizzato in plastica priva di BPA , è sicuro a contatto con gli alimenti ed è disponibile in due colori diversi. Attenzione però perché il suo compito non è quello di mantenere la temperatura delle pietanze, ma solo di conservarle nel modo corretto. 

Se siete alla ricerca di un bento box economico e di buona qualità, vi consigliamo di dare un’occhiata a questa proposta.

 

Pro

Costo: Un lunch box economico e di buona qualità, destinato a chi cerca una soluzione funzionale, pratica e salvaspazio. 

Design: Semplice ed elegante, questo lunch box è disponibile in due colori diversi. Costituito da due contenitori e tre posate, è realizzato in plastica adatta per un uso alimentare, è privo di BPA e dotato di una chiusura ermetica in silicone.

Versatile: Il portavivande può essere inserito nel freezer, frigorifero o nel forno a microonde, e lavato comodamente in lavastoviglie.

 

Contro

Mantenimento della temperatura: Il kit non include la borsa termica, che però è possibile acquistare separatamente. Non è quindi ideato per isolare termicamente gli alimenti, ma per conservarli nel modo corretto. 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Guida per comprare un buon lunch box 

 

Il lunch diventa un accessorio indispensabile se si passa tutta la giornata fuori casa e l’intenzione è quella di portare con sé il pranzo già pronto per essere gustato. Non è però facile capire quale lunch box comprare, perché il mercato è ricco di proposte interessanti, ma ci sono anche le caratteristiche da conoscere, per poter valutare se il modello individuato è quello adatto alle nostre esigenze. 

Un portavivande permette di risparmiare e nello stesso tempo di garantire un’alimentazione sana, perché quello che contiene lo abbiamo preparato con le nostre mani. È possibile organizzarlo come meglio si crede, ma è necessario fare i conti con lo spazio, perché ce ne sono di forme e di dimensioni diverse.

Ecco, dunque, come scegliere un buon lunch box. 

I materiali e le dimensioni 

La prima considerazione da fare riguarda i materiali, una scelta importante da fare in base al tipo di pietanze che consumate. I lunch box più diffusi sono di plastica a uso alimentare, ma è necessario assicurarsi che non contenga BPA. 

Se invece la plastica non è tra i vostri materiali preferiti, avete la possibilità di portare per portavivande realizzati con sostanze naturali e completamente biodegradabili, come le fibre di mais, oppure il vetro o l’inox. 

Per una maggiore praticità è bene anche valutare se i contenitori sono compatibili con la lavastoviglie, in modo tale da rendere la pulizia più semplice. Insieme ai materiali, anche le dimensioni sono da considerare; una caratteristica che riguarda l’ingombro dell’accessorio, ma anche la sua capienza. 

In questo caso è quasi sempre il design a dettare le regole; se è funzionale, il lunch box offre abbastanza spazio per inserire tutto ciò che serve per il pranzo, senza però occuparne troppo nella borsa o nello zaino. 

Se invece preferite un portavivande facile da trasportare, optate per un modello dotato di manico o ancora meglio di una borsa, per trasportarlo in totale comodità. 

 

Elettrico oppure no?

I lunch box tradizionali non consentono di mantenere le pietanze a temperatura, a meno che non siano provvisti di una borsa termica, e neppure di riscaldare gli alimenti. Ricordiamo che la sola funzione del portavivande è quello di conservare correttamente alimenti liquidi oppure solidi, salse e condimenti, e magari le posate, in maniera tale da poter pranzare ovunque ci si trovi. 

Per questa ragione sono leggeri e salvaspazio. Un discorso diverso riguarda i modelli elettrici, che hanno ovviamente un costo maggiore rispetto a quelli normali, perché consentono di riscaldare le varie pietanze. Per funzionare però necessitano di una presa di corrente nelle vicinanze, ecco perché sono i più amati da chi pranza sul posto di lavoro, per esempio.

In questo caso, la considerazione da fare riguarda il voltaggio del portavivande: per una maggiore versatilità di utilizzo, la soluzione migliore è quella di optare per modelli a doppio voltaggio. 

Il design 

Come abbiamo accennato al paragrafo precedente, il design è importante perché influisce sulla portabilità del prodotto e sulla sua capienza. È da valutare se quindi preferite un portavivande dotato di borsa termica, che quindi può svolgere anche la funzione di mantenere gli alimenti al fresco o al caldo, in base alle proprie esigenze. 

I lunch box tradizionali non sono infatti quasi mai dotati di un manico per il trasporto, mentre le borse termiche sì, quindi vi consigliamo di valutare anche questa caratteristica. Un altro aspetto da tenere in considerazione è il tipo di pietanze che desiderate mettere le vostro portavivande, e in questo caso la scelta della forma giusta è indispensabile. 

La maggioranza dei contenitori è infatti dotata di una chiusura ermetica, che permette di conservare al meglio l’umidità di certi tipi di alimenti, quindi attenzione a questo dettaglio. Se quindi amate le zuppe e le insalate, oltre alla chiusura ermetica, optate per modelli a forma di ciotola, che possano contenere tutti gli alimenti liquidi che volete. 

Anche la presenza di uno scomparto per le posate diventa molto utile in questo genere di prodotti, e numerosi sono i modelli che includono un portaposate o un set pronto per essere utilizzato. 

Il design è anche una questione di estetica: sul mercato si trovano modelli per lui, per lei e per i più piccini, perché anche il lunch box può essere trendy. 

 

 

 

Come si organizza il lunch box 

 

C’è chi non ha la fortuna di poter fare la pausa di pranzo a casa, ed è quindi così che si finisce molte volte di fare pasti fugaci, o di finire per mangiare solo panini. Un lunch box, ovvero il portavivande, è un semplice accessorio, che in realtà gode di diversi vantaggi. 

Oggi si trovano contenitori di qualsiasi genere per conservare e trasportare il proprio pranzo ovunque, con la sicurezza di ritrovarlo ancora fresco e intatto. Il lunch box è spopolato in tutto il mondo, ma le sue origini sono orientali, o per meglio dire giapponesi. Scopriamo dunque come si organizza un portavivande e come mai è diventato così gettonato in tutto il mondo.

Un trend mondiale 

Il lunch box Made in Japan è il classic bento, semplice e pratico, così come la filosofia di questo paese. Un contenitore all’interno del quale si trovano diverse pietanze diverse, meticolosamente divise e organizzate. Tra gli alimenti più gettonati ci sono il riso e il pesce, ma anche la carne e le verdure e non manca uno spazio dedicato alle bacchette di legno e un piccolo contenitore per i condimenti.

Anche gli USA fanno un grandissimo utilizzo dei lunch box, ma qui assumono forme diverse e sono generalmente più grandi rispetto ai modelli giapponesi. Anche qui, il design segue in un certo senso la filosofia del paese nel quale viene utilizzato. 

Per velocizzare il lavoro a casa, le panetterie americane offrono portavivande già completi di panini o le classiche bagel, già farciti oppure da personalizzare a piacere. Anche in Europa il lunch box è diventato un trend, grazie alla sua versatilità, e in questo caso i design sono un mix di culture, per cui se ne trovano di tutti i generi.

 

Mesi caldi e mesi freddi 

Per evitare di ricominciare a spendere mangiando fuori a pranzo tutti i giorni, è ovvio che un lunch box può venire in aiuto. È però essenziale organizzare la preparazione delle varie pietanze, in maniera tale da non rischiare di rimanere senza nulla da portare al lavoro per pranzare.

In modo particolare, durante l’autunno e l’inverno è preferibile preparare porzioni di cibo per almeno due o tre giorni consecutivi, in maniera tale da non passare il tempo libero ai fornelli. La stagione primaverile e quella estiva sono più semplici, perché quando fa caldo basta un qualsiasi tipo di insalata, una frittata o la pasta fredda e il gioco è fatto. 

Per conservare e riscaldare

Se avete intenzione di preparare diverse porzioni per assicurarvi il pranzo per qualche giorno, la soluzione migliore è quella di etichettare le varie ricette, scrivendo la data di preparazione e cosa contengono. Inoltre, non tutti i contenitori possono essere utilizzati nel forno, quindi leggete sempre le istruzioni d’uso. 

 

 

 

Domande frequenti

 

Dove comprare un lunch box?

I portavivande si trovano in negozi di articoli per la casa oppure online. Una vasta gamma di proposte per grandi e piccini, generalmente caratterizzate da un prezzo accessibile. Le dimensioni e i materiali sono tra le caratteristiche più importanti da considerare prima dell’acquisto.

Cosa mettere nel lunch box?

Se il lunch box include più di un contenitore, allora è possibile inserire due piatti diversi; in caso contrario potete usare il divisorio solitamente presente per differenziare i vari alimenti. 

Nel caso in cui, invece, il lunch box sia un semplice contenitore senza alcun divisorio interno, la soluzione migliore è quella di preparare un buon piatto unico, ricco di legumi e cereali, o con le uova, in maniera tale da garantire energia per il resto della giornata, fino al momento di cenare.

Meglio evitare di inserire la frutta già tagliata, ma è preferibile tenerla intera e consumarla quando si desidera. Inoltre, se il portavivande che avete scelto è dotato di una chiusura ermetica, potete anche inserire alimenti umidi, senza rischiare che si secchino aspettando il pranzo.

 

I lunch box sono a chiusura ermetica?

La chiusura ermetica del portavivande è utile per trasportare alimenti umidi e anche liquidi ed è quindi la soluzione migliore per la conservazione di questo tipo di pietanze. I coperchi più sicuri sono quelli provvisti di gomma o della valvola di silicone, al contrario la chiusura a vite è ermetica: quindi se si tratta di zuppe, per esempio, rischiano di rovesciarsi.

 

Come pulire il lunch box?

Alcuni portavivande possono essere lavati in lavastoviglie, ma questo dipende ovviamente dal materiale con il quale sono realizzati. Lo stesso vale per le borse termiche, se sono incluse nel set insieme al lunch box, che nella maggioranza dei casi possono essere lavate in lavatrice.

Per non sbagliare, è una buona regola quella di leggere con attenzione le istruzioni d’uso presenti sulla confezione del prodotto. Se preferite metodi di pulizia fai da te, usate una soluzione di acqua, limone e bicarbonato e passate l’interno e l’esterno del prodotto.

Invece, per evitare la formazione di macchie sul vostro portavivande, coprite l’accessorio con carta da forno o alluminio, in maniera tale da tenere il contenitore più pulito e al sicuro. Se non avete carta da forno o alluminio, per evitare che il lunch box possa tingersi delle salse o dei condimenti delle vostre pietanze, passate sul fondo un po’ di burro. 

Facendo così create uno strato che isola il fondo e le pareti del contenitore, in modo tale da non macchiarlo. Infine, se notate che il vostro portavivande è rovinato o rotto, non cercate di sistemarlo ma acquistatene uno nuovo. 

 

 

DEJA UN COMENTARIO

0 COMENTARIOS