Le 9 migliori macchine per fare la pasta del 2022

Ultimo aggiornamento: 26.09.22

 

Macchine per fare la pasta – Guida, Opinioni e Confronti

 

Non esiste nulla di più gratificante in cucina di creare la pasta fatta in casa, proprio come vuole la tradizione italiana. Se quindi la vostra intenzione è quella di preparare qualche manicaretto homemade, abbiamo selezionato alcune tra le migliori macchine per la pasta in commercio, in modo da aiutarvi nella realizzazione di questo piatto italiano. Al primo posto della nostra classifica trovate Ariete 1593/00 Macchina per la pasta elettrica, con un motore a due velocità da 90W, insieme a due accessori per la preparazione di cinque formati di pasta. Al secondo posto abbiamo inserito PASTAIO | Macchina per la Pasta Fresca e per gli Impasti, una macchina con motore da 180W, che permette di realizzare non solo la pasta, ma anche pizze e focacce. Potrete scegliere se usarla manualmente e sfruttare le sette trafile, per realizzare fino a dieci tipologie differenti. 

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Le 9 migliori macchine per fare la pasta – Classifica 2022

 

Se siete alla ricerca delle migliori macchine per fare la pasta del 2022, abbiamo selezionato alcuni tra i modelli più interessanti online. Qui sotto trovate le nostre proposte, ognuna con descrizione, pregi e difetti. 

La nostra guida comprende anche una serie di consigli d’acquisto, che ci auguriamo possano fare chiarezza sulle caratteristiche da valutare, per capire quale macchina per fare la pasta comprare.

 

Macchina per fare la pasta elettrica

 

1. Ariete 1593/00 Macchina per la pasta elettrica

 

Una macchina elettrica per fare la pasta, realizzata dal famoso marchio Ariete e disponibile a un valido rapporto qualità/prezzo. Con una potenza di 90W, il motore dell’apparecchio, dotato di ben due velocità, permette di realizzare pasta per circa un’ora continua.

La manopola manuale ha il compito di scegliere fino a dieci livelli di spessore, mentre gli accessori compresi servono per scegliere quale tra i cinque tipi di pasta realizzare. Incluso nella confezione anche un morsetto, che fissa l’apparecchio al piano di lavoro per garantire stabilità durante l’utilizzo.

Facile da assemblare e da usare, nonostante il motore sia rumoroso e il modello leggero, è la scelta ideale per chi cerca una combinazione di classicità e tecnologia, alla portata di tutti. I pareri degli utenti, infine, sottolineano inoltre il design tradizionale, che rende l’apparecchio un bell’oggetto di arredamento in cucina. 

 

Pro

Design: Una macchina per la pasta caratterizzata da un funzionamento elettrico, che esteticamente rispetta la tradizione. Vanta una struttura in acciaio inox cromato e un motore esterno da agganciare.

Motore: Questo apparecchio è dotato di una potenza di 90W e di due velocità, per realizzare tanti tipi di pasta diversa. Consente una lavorazione continua fino a un’ora. 

Accessori: Nella confezione sono inclusi due accessori, che permettono di fare fino a cinque formati di pasta, scegliendo tra dieci spessori diversi. 

 

Contro

Peso: È un apparecchio leggero nonostante il motore; un dettaglio che fa un po’ dubitare della sua resistenza nel tempo. Inoltre, quando è in azione non è molto silenzioso. 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Macchina per fare la pasta fresca

 

2. PASTAIO | Macchina per la Pasta Fresca e per gli Impasti

 

Se la macchina per fare la pasta deve essenzialmente ridurre al minimo la vostra fatica, non potrete che orientarvi su un modello elettrico, come quello di Pastaio, caratterizzato da un motore da 180 W, molto silenzioso, e corredato da certificazioni CE che ne assicurano l’assenza di BPA.
Tuttavia, se lo volete, potrete anche usarla nella modalità manuale, per avere maggiore soddisfazione nella produzione della pasta. Nella confezione sono incluse sette trafile, che permettono di realizzare fino a dieci tipi differenti di pasta.
Abbastanza veloce, è in grado di produrre fino a 800 g in circa 12 minuti, ma potrete anche realizzare gli impasti delle pizze e delle focacce. Il costo non è il più economico in circolazione, anche se la spesa vale l’impresa, ma il vero problema appare il libretto di istruzioni che non è molto chiaro su come farvi utilizzare alcune funzioni. 

 

Pro

Usi: Potrete tanto sfruttare il motore da 180 W quanto utilizzarla in modo manuale, per avere la soddisfazione di fare la pasta in casa con un po’ più di fatica.

Trafile: Ce ne sono sette, che permettono di realizzare fino a dieci differenti fili di pasta, dai comuni a quelli speciali.

Materiali: Arriva con la garanzia CE sulla qualità della struttura, che è priva dei dannosi e pericolosi BPA.

 

Contro

Libretto di istruzioni: Non brilla per chiarezza, per cui potreste avere bisogno di un aiuto in più per capire qualche funzionamento.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Macchina per fare la pasta Philips

 

3. Philips HR2382/15 Avance Collection macchina per preparare pasta fresca 

 

Se siete alla ricerca di una macchina per la pasta automatica ed efficiente, vi consigliamo di tenere in considerazione questo modello firmato Philips. Dotata di una tecnologia che pesa gli ingredienti, per realizzare ricette a prova di chef, è rapida nell’esecuzione e facilissima da usare.

Sono otto in totale i dischi di estrusione inclusi nel pacchetto, da cambiare in base al tipo di pasta che si desidera realizzare. Tutti gli accessori vanno riposti nel comodo vano porta oggetti e i pezzi della macchina si possono smontare e lavare comodamente in lavastoviglie.

Il kit include un ricettario completo con idee per realizzare tipi di pasta speciali, un misurino e un comodo strumento per la pulizia della macchina.

Nonostante il costo non sia economico, questo modello è tra i più venduti, sicuramente grazie al suo funzionamento automatico e la possibilità di scegliere qualsiasi formato di pasta e tutte le farine.

 

Pro

Automatica: Questa macchina per la pasta lavora in modo completamente automatico e misura la quantità di ingredienti per realizzare ricette perfette.

Tipi di pasta: Con gli otto dischi di estrusione in dotazione, è possibile realizzare tutti i formati di pasta usando qualsiasi farina, anche quella senza glutine.

Manutenzione: Ogni pezzo della macchina si smonta con facilità e può essere lavato comodamente in lavastoviglie. 

 

Contro

Prezzo: Non deve stupire se il costo di questa macchina per la pasta appartiene a una fascia alta di prezzo. Questo è il suo unico punto debole, che sembra però non aver scoraggiato gli acquisti. 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Macchina per fare la pasta in casa

 

4. Girmi IM91 Macchina per la pasta elettrica

 

Dalla comparazione tra le varie macchine per fare la pasta in casa presenti sul web, anche quella di Girmi è degna di una nota di merito, visto che ha un valido rapporto qualità/prezzo: parliamo di un prodotto in acciaio inox con rulli in alluminio, quindi destinata a una lunga vita.

Il motore montato è da 90 W e le velocità sono due, inclusa la Pulse; nella confezione sono presenti due accessori intercambiabili e potrete regolare lo spessore della pasta fino a nove livelli, grazie ai rulli da 15 cm.

Con questa macchina potrete realizzare cinque tipi di pasta ovvero lasagne, tagliatelle, spaghetti, reginette e fettuccine, quindi formati lunghi. I materiali sono conformi al contatto con gli alimenti ma è necessario prestare attenzione alla ghiera di regolazione, che è un po’ troppo fragile. 

 

Pro

Motore: Quello disponibile è da 90 W e inoltre ci sono due velocità, oltre a quella Pulse, per migliori prestazioni.

Rapporto qualità/prezzo: Il costo di questo modello non è molto alto rispetto alle sue componenti, realizzate in acciaio e alluminio.

 

Contro

Ghiera di regolazione: L’unico elemento fragile della struttura, che quindi deve essere gestita con cura, per evitare che si rompa.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Macchina per fare la pasta Atlas

 

5. Marcato Classic Atlas AT-150-CLS macchina per la pasta 

 

Facendo una comparazione con le macchine per la pasta manuali in commercio, non potevamo non includere questo modello Made in Italy firmato Atlas. Al primo sguardo colpisce l’estetica del prodotto, classica e ben curata nei dettagli, caratteristiche che la rendono un bell’oggetto d’arredamento, oltre che a una macchina per la pasta efficiente e funzionale. 

Facile da usare, scorre in modo fluido e si smonta in pochi passi; la struttura è in solido acciaio cromato, mentre i rulli sono in lega di alluminio anodizzato. I pettini e i raschiatori, invece, sono in resina.

Si tratta di un modello manuale, ma c’è la possibilità di usarlo con un motore, che però non trovate nel pacchetto ma è da acquistare a parte. Questo è l’unico inconveniente del prodotto perchè, in quanto ad accessori, non gli manca nulla. 

Il kit contiene infatti 13 sfogliatrici per realizzare qualsiasi tipo di pasta. La manovella serve invece per scegliere lo spessore: il gioco è fatto! 

 

Pro

Qualità/prezzo: Una macchina per la pasta Made in Italy, che permette di scegliere dieci livelli di spessore diverso, per realizzare tanti tipi di pasta. 

Materiali: La solida struttura della macchina è realizzata in acciaio cromato, mentre i rulli sono in lega di alluminio anodizzato. I pettini e i raschiatori sono invece in resina.

Accessori: Sono ben 13 gli accessori sui quali potrete contare per realizzare ogni tipo di pasta.

 

Contro

Senza motore: Questo modello non è provvisto di motore, ma si può acquistare separatamente e agganciare alla macchina.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Macchina automatica per fare la pasta

 

6. BEPER P102SBA500 Macchina Automatica per la Pasta Fresca

 

Se non sapete dove acquistare una macchina automatica per fare la pasta, come questa di Beper, potete cliccare sul link in fondo. Perché preferire questa alle altre? Prima di tutto per la potenza di ben 200 W, che la rende molto più veloce di tante sue concorrenti, infatti impiega circa tre minuti per impastare e sette per estrudere.

Potrete realizzare fino a otto diversi fili di pasta, come tagliolini, bigoli, spaghetti, spaghetti alla chitarra, linguine, tagliatelle, maccheroncini, penne e fusilli napoletani. Nella confezione sono inclusi anche un misurino e una spatola, per facilitarvi il lavoro.

Potrete inoltre contare anche sullo schermo, per regolare meglio le funzioni, e sul ricettario, consultabile online, dal quale trarre spunto per le vostre preparazioni. Le componenti, inoltre, sono facili da lavare e possono essere inserite anche in lavastoviglie.

Secondo qualche utente, però, il numero delle trafile è ridotto rispetto alla spesa da affrontare. 

 

Pro

Potenza: Quella qui presente è da 200 W, per cui questa macchina è decisamente più veloce di molte altre nel creare la pasta.

Schermo: Posto sulla parte alta della macchina, aiuta a gestire e impostare al meglio le funzioni.

Lavaggio: Potrete risparmiare tempo in quanto le componenti possono essere inserite in lavastoviglie senza rovinarsi.

 

Contro

Costo: Per la spesa da affrontare le trafile sono troppo poche, specialmente se intendete realizzare tanti diversi tipi di pasta.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Macchina per fare la pasta manuale

 

7. Sailnovo Macchina per Pasta Manuale con Manovella

 

La macchina per fare la pasta manuale di Sailnovo viene incontro a chi non ha un grosso budget ma vuole realizzare da solo tutti i fili possibili in casa, con la sicurezza di un oggetto valido per la salute e nelle componenti.

Il prodotto è in acciaio inox, certificato da FDA, quindi sicuro a contatto con gli alimenti, e dispone di rulli in nichel, per una lunga durata nel tempo. Caratterizzata da due taglierini, sempre in acciaio, uno da 2 mm per i vermicelli e uno da 5 mm per la lasagna, può contare anche su sette spessori, per realizzare un impasto di 150 mm di larghezza.

Molto facile da montare e smontare, non richiede grande fatica per il lavaggio, che deve essere effettuato con un panno o una spatola, e può essere messo a posto occupando poco spazio.

Buono il prezzo, ma mancano le istruzioni in italiano, che avrebbero potuto dare qualche suggerimento in più a chi si avvicina per la prima volta a macchine del genere.

 

Pro

Sicura: Grazie a materiali come l’acciaio inox, approvato dalla FDA, potrete farla entrare a contatto con gli alimenti senza correre rischi.

Costo: Il prezzo di vendita, in rapporto alla qualità del prodotto, risulta essere più che accessibile a tutte le tasche. 

Montaggio: Facile da sistemare, può essere anche smontato e messo a posto senza occupare troppo spazio.

 

Contro

Istruzioni: Mancano quelle in lingua italiana, un aiuto in più per chi non è esperto di macchine per fare la pasta.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Macchina per fare la pasta Pastamatic

 

8. Ariete 1581 PastaMatic Macchina Ultracompatta

 

La macchina per fare la pasta Pastamatic è una delle più conosciute a marchio Ariete, un modello compatto e di semplice impiego, che può essere usato tanto in maniera manuale quanto sfruttando il motore da 150 W.

Può lavorare un massimo di 400 g di farina e realizzare fino a cinque formati di pasta, grazie ai quattro dischi inclusi, ovvero spaghetti, tagliatelle, maccheroni, pappardelle e lasagnette. Potrete usare ogni tipo di farina, quindi non solo la classica, quindi anche quelle senza glutine, di grano duro, di farro e così via.

Inclusa nella confezione anche una spatola per pulire i dischi, facilitando così l’operazione per chi vuole eseguire tutto con cura. Il costo della macchina è però un po’ eccessivo se consideriamo alcuni suoi malfunzionamenti, come il fatto che si blocchi di frequente e quindi debba essere riavviata.

 

Pro

Compatta: Questa macchina per fare la pasta non occupa molto spazio ma è in grado di soddisfare le vostre esigenze in fatto di produzione.

Farine: Potrete usare tutte le tipologie, fino a un massimo di 400 g, per realizzare fino a cinque formati di pasta, grazie ai quattro dischi intercambiabili.

Modalità: Potrete sfruttare quella manuale o quella motorizzata, per eseguire il lavoro come meglio preferite.

 

Contro

Malfunzionamenti: Ce ne sono diversi, come il bloccarsi dopo alcuni minuti di utilizzo, per cui il prezzo di vendita sembra essere eccessivo.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Macchina per fare la pasta professionale

 

9. La Fattorina Macchina per fare la Pasta Fresca professionale

 

Quella di La Fattorina è una macchina per fare la pasta professionale in acciaio inossidabile, perfetta per ottenere buoni fili di pasta nel proprio ristorante o anche in casa. Nonostante si tratti di un oggetto di alto livello non è ingombrante e ha una vasca che permette di impastare fino a un massimo di 1,5 kg di farina.
Potrete usare anche le uova oppure no, sempre seguendo le indicazioni presenti sulla caraffa contenuta nel pacchetto. Troverete inoltre quattro trafile in bronzo, per creare bigoli, spaghetti, fettuccine, capelli d’angelo, maccheroni, bucatini rigati, cannellone, pappardelle lisce, fusilli, gnocchi, caserecce, gramigna, tagliolini.
La potenza è pari a 0,25 kW, che le consente di produrre fino a 4 kg di pasta all’ora. Naturalmente il costo è molto alto, quindi acquistatela solo in caso di reale necessità.

 

Pro

Materiale: Questa macchina è interamente in acciaio inossidabile, quindi un materiale molto resistente a un uso costante.

Trafile: Ce ne sono quattro in bronzo che consentono di creare vari fili di pasta tra quelli corti e lunghi.

Farina: Ne potrete usare fino a un massimo di 1,5 kg per ottenere un bel po’ di pasta fatta in casa, con qualsiasi tipo di farina e anche senza uova.

 

Contro

Costo: Trattandosi di un modello professionale, il prezzo di vendita è abbastanza alto, quindi non pensato proprio per tutti.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Guida per comprare una buona macchina per fare la pasta

 

Il mercato è ricco di proposte, tanto che non è facile scegliere la migliore macchina per fare la pasta. Ognuno ha le proprie esigenze, infatti non è detto che un modello manuale, benché esteticamente più affine alla tradizione, sia la scelta adatta a tutti. 

Chi non ha molto tempo da dedicare in cucina ma ama la pasta fatta in casa, potrebbe invece optare per un apparecchio elettrico o addirittura automatico. Ecco, dunque, un aiuto se vi state chiedendo come scegliere una buona macchina per fare la pasta: quali sono le caratteristiche da non dimenticare?

 

La macchina a rulli oppure a estrusione

La macchina per la pasta tradizionale è quella con i rulli, che conquista con la sua estetica senza tempo. Questi sono i modelli tradizionali, che usavano anche le nostre nonne, e che hanno il compito di stendere la pasta partendo da un impasto solido.

Sono macchine solitamente dotate di una manopola che serve per scegliere lo spessore della sfoglia e destinate alla preparazione di pasta lunga, come fettuccine, lasagne, bucatini o spaghetti.

Le migliori sono realizzate in acciaio inox, sono solide e resistenti; inoltre, una volta presa la mano con la quantità di impasto da stendere, il loro utilizzo risulta semplice e intuitivo. La macchina per fare la pasta manuale è la scelta ideale per chi non vuole spendere molto e,  soprattutto, adora la tradizione e la manualità in cucina. 

I modelli a estrusione sono ideali per la preparazione di pasta corta, come ravioli, penne e fusilli. Allo stesso modo sono in grado di realizzare fettuccine, lasagne e altri tipi di pasta. Queste caratteristiche li rendono più completi rispetto ai modelli a rullo, ma i prezzi si alzano e il design viene penalizzato. 

Si tratta di apparecchi che non diventano oggetti d’arredamento, come accade per i modelli a rulli, ma nonostante ciò il loro costo non è basso perché dotati di motore incorporato. Infatti, le macchine per fare la pasta a estrusione sono adatte anche alla preparazione dell’impasto,  quindi più tecnologiche, e non richiedono particolare manualità. 

Sono inoltre dispositivi con dimensioni più importanti rispetto a quelli a rulli.

 

Manuale oppure elettrica?

Entrambe le tipologie di macchine presentano vantaggi e svantaggi: ovviamente la scelta dipende dalle proprie preferenze. I modelli manuali a rulli sono esteticamente piacevoli ma richiedono una certa manualità, al contrario dei modelli a estrusione elettrici.

Se preferite fare la pasta come una volta, non ci sono dubbi e la scelta cade sulle macchine a rulli. Fate attenzione al modello che scegliete, perché alcuni permettono di agganciare il motore esterno per velocizzare il lavoro.

Le macchine elettriche sono più costose e svolgono tutto il lavoro per conto loro: sono la soluzione ideale se desiderate realizzare la pasta fatta in casa in modo rapido, anche grandi quantità. 

È importante fare una considerazione anche sul tipo di pasta che si preferisce, perché se si ama la sfoglia per fare le lasagne, e gli spaghetti sono il vostro filo di pasta ideale, una macchina a rulli è ciò che ci vuole. Al contrario, se amate rigatoni, penne e fusilli, la scelta ricade sulle macchine elettriche a estrusione.

Gli accessori e il motore

Tanti sono i modelli che includono gli accessori a corredo, tra cui rulli o dischi diversi per realizzare tanti formati di pasta. Le macchine manuali sono spesso dotate di un morsetto, per agganciarle saldamente al piano di lavoro e di sfogliatrici di spessore diversi, che realizzano tutti i tipi di pasta. 

Nel caso delle macchine a estrusione, si trovano dei dischi con forme diverse per preparare la pasta corta che più si preferisce. Da tenere in grande considerazione anche il motore, nel caso in cui la macchina sia elettrica. È la componente che svolge tutto il lavoro, deve assicurare affidabilità e durata al prodotto. 

Per questa ragione è quindi bene valutare la sua potenza, soprattutto se l’intenzione è quella di usare la macchina di frequente. Ci sono modelli con motore integrato oppure esterno: nel primo caso, questo pezzo rimane al sicuro all’interno della struttura, ma come svantaggio presenta il peso non indifferente.

I modelli con motore rimovibile sono più pratici, da una parte, perché in caso di guasto garantiscono una facile sostituzione del pezzo, ma dall’altra parte, essendo esterno, è più soggetto all’usura nel tempo. 

 

 

 

Domande frequenti

 

Come pulire la macchina per la pasta?

La manutenzione della macchina per fare la pasta varia in base alla tipologia: per prima cosa è necessario valutare se si tratta di un modello manuale oppure elettrico. Inoltre, importante verificare che il motore non sia esterno, per evitare di compromettere la funzionalità della macchina.

Per la pulizia dei modelli a rulli basta utilizzare un panno umido per la struttura della macchina e smontare le sfogliatrici. Se questo non fosse possibile, è necessario usare un pennellino o una spatola morbida. 

Un discorso decisamente diverso per i modelli a estrusione, per i quali è necessario smontare le varie componenti e procedere con la pulizia a mano, usando sempre un panno inumidito. Detto ciò, si tratta di indicazioni generali in quanto la manutenzione e la pulizia delle macchine per fare la pasta variano per ogni modello. 

Ci sono prodotti che prevedono il lavaggio in lavastoviglie, altri che invece lo vietano in maniera assoluta. Per questa ragione, vi consigliamo di leggere con attenzione le istruzioni d’uso della macchina che avete scelto, e di seguirle per garantire prestazioni costanti.

 

Come smontare macchina per la pasta?

Anche in questo caso è importante fare una distinzione tra le macchine a rulli e quelle a estrusione. Nel primo caso, la macchina è composta da una struttura alla quale vengono agganciati i rulli e la manovella. 

È spesso possibile sganciare i rulli dal blocco della macchina per facilitare la pulizia, riuscendo a raggiungere le zone difficili all’interno delle quali si potrebbe attaccare un po’ di impasto o la farina. Lo stesso vale per il motore esterno dei modelli manuali, che si può rimuovere in qualsiasi momento senza fare alcuno sforzo.

Le macchine a estrusione solitamente non si smontano come quelle a rulli. I dischi e l’eventuale manovella si possono rimuovere, ma non il motore solitamente integrato e che rende difficile l’operazione. 

 

Chi ha inventato la macchina per la pasta?

La macchina per fare la pasta è un’invenzione Made in Italy, merito di un molisano che sbarcò negli Stati Uniti nel 1892. Si tratta di Angelo Vitantonio che, come tantissimi italiani alla fine del 1800, aveva deciso di portare la sua famiglia oltremare per cercare fortuna e una vita migliore. 

Il signor Vitantonio era un musicista e riparatore di violini ma, giunto a New York, decise di abbandonare le sue doti musicali e mettere il suo ingegno all’opera per il successo della sua famiglia. Decise così di realizzare una macchina in grado di lavorare la pasta. 

E fu proprio in questo modo che, nel 1906, fu creato il primo modello: il brevetto è stato tramandato in famiglia e attualmente è nelle mani del pronipote di Vitantonio.

 

 

 

Come fare la pasta in casa

 

Siete curiosi di sapere come si prepara una buona pasta fatta in casa? Tantissime le domande, soprattutto per chi è alle prime armi, o per chi desidera sperimentare farine diverse dalla “solita” 00. Quindi, come si prepara l’impasto? Quale deve essere lo spessore della pasta? E soprattutto: quale macchina è quella giusta?

In questo articolo riportiamo, passo dopo passo, i requisiti essenziali per fare un lavoretto homemade ad hoc.

Come si prepara l’impasto

La prima considerazione necessaria riguarda la preparazione dell’impasto, perché non è solo la macchina a compiere il lavoro, ma una buona riuscita del piatto dipende in gran parte anche dai suoi ingredienti. 

Per quanto riguarda la farina, potete scegliere qualsiasi tipologia, ma le più indicate sono la 00 e la semola, che tante volte si uniscono. Le uova non sono indispensabili, ma danno un gusto più ricco alla pasta. Inoltre, un impasto che al suo interno contiene uova, è indicato per la preparazione di ravioli e tortellini, per fare un esempio. 

Per una pasta all’uovo perfetta, la quantità da inserire corrisponde a un uovo per ogni 100 g di farina: in questo caso potete fare a meno di mettere l’acqua. Un discorso ben diverso se nell’impasto non ci sono uova, e quindi diventa essenziale l’acqua per dare una consistenza più dura all’impasto.

 

Lo spessore della pasta 

Il secondo aspetto da tenere in considerazione, quando si prepara la pasta, riguarda il suo spessore, che in linea generale varia da 2 mm a 5-6 mm. A mano è però abbastanza difficile riuscire a creare una sfoglia molto sottile senza romperla, ed ecco che diventa utile una macchina per fare la pasta. 

Le macchine a rulli sono le più tradizionali, dotate di manovella per girare la sfoglia e rotella per scegliere lo spessore. Ci vuole un po’ di manualità e forza, ma si possono raggiungere ottimi risultati.

I modelli a estrusione sono ideali per realizzare tortellini, fusilli, rigatoni e tutta la lista dei formati che rientrano nella categoria delle paste corte. Ci sono ovviamente modelli a estrusione adatti alle sfoglie per la preparazione di lasagne e paste lunghe, ma i costi lievitano in questo caso.

Quale macchina scegliere 

Le macchine per fare la pasta, come abbiamo accennato nel paragrafo precedente non sono tutte uguali e, oltre alla differenza tra la tipologia a rulli e quella a estrusione, è importante considerare il tipo di funzionamento, se elettrico e manuale. 

Anche le macchine a rulli possono essere elettriche, perché molti modelli permettono di inserire un motore esterno per facilitare il lavoro. Tutto diverso per le macchine a estrusione, che hanno sempre un motore, nella maggioranza dei casi integrato. 

La scelta dipende ovviamente dalle proprie preferenze, se amate la tradizione oppure cercate un apparecchio automatico e tecnologico.

 

 

 

DEJA UN COMENTARIO

0 COMENTARIOS