8 buoni motivi per comprare un fornetto elettrico

Ultimo aggiornamento: 26.09.22

 

La vostra cucina è già provvista di un bel forno tradizionale, grazie al quale potete preparare pietanze di ogni tipo, dalle lasagne alla pizza, dalle torte agli sformati. Dunque, perché dovreste aver bisogno di un secondo forno, sebbene di dimensioni più contenute? In realtà le ragioni per acquistare un prodotto di questo tipo – magari scegliendolo tra i fornetti elettrici Moulinex, un brand che da anni è garanzia di affidabilità e qualità – sono molteplici e abbiamo provato a riassumerle in questo articolo. 

 

Ingombri 

Grazie alle dimensioni contenute, i fornetti elettrici trovano facilmente spazio in cucina, sia sul tradizionale ripiano, sia riposti in uno dei pensili e tirati fuori al momento del bisogno. Sul mercato si trovano modelli più o meno ingombranti ma tutti si caratterizzano per compattezza e versatilità, perciò non farete fatica a ritagliargli un posticino così da averli sempre a portata di mano. Al momento della scelta tenete in considerazione anche un aspetto che potrebbe apparire secondario, ovvero la lunghezza del cavo di alimentazione, che può fare la differenza tra un posizionamento confortevole e uno meno (fermo restando che, eventualmente, ci si può sempre affidare a una prolunga…).  

 

Ricchezza delle funzioni

Nonostante siano piccoli, questi elettrodomestici sono un concentrato di tecnologia e funzionalità, il che incrementa notevolmente le occasioni di impiego, nonché la loro utilità. Un fornetto, tipicamente, mette a disposizione svariate modalità di cottura, con la possibilità di scegliere temperatura, direzione del calore, attivazione o meno del grill e molto altro. Questo significa che, spesso, un prodotto di questo tipo è perfettamente in grado di fare le veci di un forno tradizionale e – considerando che tanti modelli integrano la funzione di scongelamento – anche quelle di un microonde. Ecco, il fornetto elettrico che può entrare in competizione proprio con il microonde; dunque, se state valutando se acquistare l’uno o l’altro, vi invitiamo a proseguire nella lettura così, alla fine dell’articolo, avrete le idee più chiare.

 

Nuova vita agli avanzi

Quando capita di avanzare del cibo, si può conservare in frigorifero e mangiare l’indomani. Anzi, spesso, certi piatti – pensiamo alla pasta al forno – sono ancora più buoni quando riscaldati. Ma per poterli gustare al meglio devono essere riscaldati bene e non, per esempio, con il microonde che spesso e volentieri tende a rovinarne la consistenza. Il fornetto elettrico, invece, riscalda gli avanzi in modo appropriato, regalando loro una vera e propria “seconda vita”. Il merito è da ascrivere soprattutto alle ventole presenti all’interno, che fanno circolare l’aria calda nel vano, così da uniformare la cottura.

 

Minori consumi

Un altro vantaggio dei fornetti elettrici è il loro ridotto impatto sulla bolletta della luce. Accendere il forno principale, infatti, implica un consumo significativo di energia mentre questi modelli più piccoli permettono un risparmio significativo. Ecco perché, quando si tratta di riscaldare una fetta di pizza o il pollo arrosto, questo elettrodomestico vince il confronto – in termini di consumi – con il suo “fratello maggiore”.

 

Convezione

Questo termine si vede sempre più spesso associato ai forni e anche i fornetti non fanno eccezione. Che cosa significa? Semplicemente che l’aria calda all’interno del vano viene fatta circolare (con un moto di convezione, da cui il nome) così da agire in modo uniforme sul cibo. Questo garantisce, oltre alla succitata capacità di cottura, anche una considerevole rapidità nello scongelamento, nel tostare il pane o riscaldare le brioche e in tutte le altre occasioni di utilizzo.

La capacità del vano

Detto che i fornetti mantengono sempre dimensioni compatte, si può comunque optare per capienze diverse, in modo da poter avere più o meno spazio per il cibo da riscaldare. In media i vari modelli presenti sul mercato vanno da un minimo di 10 a un massimo di 30 litri di capacità, così non sarà difficile trovare quello più adatto, tenendo in considerazione gli ingombri in relazione alle dimensioni della vostra cucina nonché il numero di membri che compongono la vostra famiglia. Optare per un fornetto più grande, inoltre, potrebbe rappresentare un ulteriore valore aggiunto qualora disponiate di una seconda casa per la villeggiatura, perché potreste valutare di portarlo con voi e utilizzarlo in sostituzione di un forno tradizionale (che così non dovrete comprare). 

 

I modelli per preparazioni ad hoc

Nel caso abbiate una particolare predilezione per certi cibi, potreste valutare l’acquisto di un fornetto elettrico che sia, diciamo così, dedicato. L’esempio più semplice è quello relativo ai fornetti per la pizza, che vantano forma tondeggiante (esattamente delle dimensioni della classica pizza rotonda), capacità di raggiungere temperature molto elevate (400 gradi centigradi) e che spesso integrano una pietra refrattaria, la cui funzione è quella di assorbire l’umidità dell’impasto così da ottenere un prodotto ben cotto e croccante, che non abbia niente da invidiare a quello che si gusta in pizzeria.

 

Prezzo economico

Va da sé che il costo di un fornetto elettrico vari in modo anche significativo tra un modello e l’altro perché dipende sia dalle dimensioni del vano, sia dalla ricchezza delle funzioni disponibili. In generale, però, l’acquisto di uno di questi elettrodomestici non è di quelli che gravano in modo significativo sul bilancio familiare e se ne può portare a casa uno con una spesa che varia tra i 50 e i 250 euro, in virtù di quanto appena detto.

 

 

DEJA UN COMENTARIO

0 COMENTARIOS